F1 | Williams chiede a Red Bull di avere Albon prima della fine del 2021

Williams starebbe pensando di chiedere a Red Bull il permesso di poter lavorare col nuovo pilota, Alexander Albon, subito dopo la fine del campionato 2021.

albon williams
Foto: @alex_albon

Alex Albon, terzo pilota Red Bull, correrà con la Williams a partire dal 2022 sostituendo George Russell che diventerà il compagno di Hamilton alla Mercedes. Jost Capito spera che Albon possa arrivare alla Williams appena terminerà l’attuale campionato che si concluderà il 12 Dicembre con il GP di Abu Dhabi.

Capito si è espresso così in merito alla situazione: “Il contratto, ovviamente, parte da gennaio. Credo di poter parlare con Red Bull e vedere cosa possiamo fare, smetterà di lavorare dopo l’ultima gara?”

Albon lavora molto al simulatore in vista della gara. Red Bull smetterà di fare questo tipo di preparazione finite le gare, a quel punto potrà lavorare per noi?”

Alex non avrà nessun legame con Red Bull una volta iniziato il suo lavoro con la Williams, Capito conferma: “Abbiamo sempre detto che è un pilota della Williams senza contratto alla Red Bull.”


Leggi anche: F1| Verstappen: “Williams meglio di quanto si pensi”


Albon continuerà però a portare lo sponsor RedBull sul suo casco di gara semplicemente perchè si tratta di RedBull Thailand, il suo sponsor personale: “Quello che ha sul suo casco è il suo sponsor personale, RedBull Thailand. Alex ha la possibilità di avere uno sponsor personale. Non si tratta di una connessione RedBull-Williams.”

L’ingegnere Dave Robson ha spiegato che Alex ha avuto pochissimo tempo per stare con la squadra a causa del suo attuale contratto: “Abbiamo avuto un po’ di tempo per parlare con Alex ma rimarrà il loro pilota fino alla fine di questa stagione. Abbiamo speso veramente poche parole con lui al momento.”

Robson conclude confermando ancora che il team dovrà aspettare il suo nuovo pilota: “Abbiamo avuto modo di fare un’introduzione ma niente di più. Dobbiamo quindi aspettare che termini i suoi doveri con la RedBull.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter