F1| Williams, la leggenda risorge a Monza: “La chiave è solo il duro lavoro”

In una delle stagioni più difficili per la Williams, lo storico team inglese riparte dai punti conquistati con le unghie su un altro pezzo di storia della Formula 1, Monza.

Foto: Williams F1

Nella sua quasi centenaria storia Monza ha sempre costituito una gara a sé nel calendario, con le sue altissime velocità medie che impongono l’adozione di appendici aerodinamiche speciali e assetti estremi per sfruttare al massimo ogni singolo chilometro orario in più.

In casa Williams c’era la consapevolezza di poter fare bene in Italia, sfruttando tutta la potenza dei propulsori Mercedes sui lunghi rettilinei brianzoli. In pochi però avrebbero immaginato che la terza scuderia più titolata nella storia della Formula 1 sarebbe potuta tornare in Inghilterra con entrambe le macchine in zona punti.

Ti piacerebbe scrivere news o approfondimenti sulla F1, MotoGP o qualsiasi altra categoria motoristica?
F1inGenerale è alla ricerca di nuovi editori. Clicca qui per info

Lance Stroll

La prima impresa si è compiuta al Sabato, quando Lance Stroll è riuscito a qualificare la propria vettura nel Q3 per la prima volta quest’anno. La gioia è esplosa nel box, considerando che la Williams era l’unica squadra a non esserci ancora riuscita nel 2018.

Successivamente in gara Stroll ha capitalizzato quanto fatto di buono in qualifica, portando la FW41 al 10° posto, poi diventato 9° dopo la squalifica di Grosjean.

Dire che è una bella sensazione è dire poco”, ha dichiarato il canadese. “Speravo che avremmo potuto marcare dei punti, ma in verità non me lo aspettavo. Non ci attendevamo nei giorni precedenti che avremmo avuto il passo per stare lì, ma ce l’abbiamo fatta. Abbiamo seguito Sainz per tutta la gara e ci stavamo anche un po’ avvicinando nel finale, perciò sono davvero molto contento del lavoro fatto oggi e tutto il weekend. L’abbiamo davvero meritato questo weekend in qualifica, in gara e con la strategia.

E’ stato uno di quei weekend dove tutto è venuto fuori insieme. La chiave è stata solo il duro lavoro di tutto il weekend e ognuno nel team ha fatto la sua parte. Penso che la pista si adattasse bene a noi, ma sono ancora positivo guardando a Singapore, dove l’anno scorso abbiamo avuto un passo abbastanza lento in qualifica, dove mi sono classificato diciottesimo, ma ho finito ottavo. Le opportunità ci sono sempre”.

Foto: Williams F1

Già nel 2017 Stroll si era messo in mostra sulla pista brianzola con una straordinaria qualifica sul bagnato che gli era valsa la prima fila. Voci sempre più insistenti parlano di un suo passaggio a stagione in corso alla Racing Point Force India al posto di Ocon.

Tuttavia, stando a quanto affermato dalla team principal Claire Williams, il passaggio non si concretizzerà prima di Sochi o Austin.


Sergey Sirotkin

E’ andato per la prima volta a punti nella sua carriera in Formula 1 Sergey Sirotkin. Dopo aver tagliato il traguardo in undicesima posizione è salito in zona punti in seguito alla squalifica della Haas di Grosjean. Queste sono le sue parole prima della promozione alla decima posizione:

E’ stata una buona gara, ma non abbastanza. Abbiamo avuto il passo per arrivare a punti ma sfortunatamente, come abbiamo visto, sono stato sfortunato con le bandiere blu e i posti in pista dove le ho ricevute. Ho perso tanto tempo di gara lì, il che è un peccato. Mi sono goduto la battaglia e il feeling con la macchina mi è piaciuto. Mi ha permesso di partecipare a una bella battaglia e mi sono davvero divertito”.

Con i punti conquistati a Monza la Williams sale a 7 nel campionato costruttori. Il 2018 non passerà alla storia quindi come l’anno peggiore per la scuderia inglese, in quanto nel 2011 e nel 2013 i punti marcati furono solo 5. Quello che passerà alla storia invece è che Monza, ancora una volta, ha saputo regalare una bella storia. Tutto il circus si augura che questo possa essere il punto di svolta per una scuderia con così tanta storia alle spalle e il terzo palmarès nella storia della Formula 1. A Monza ieri non ha vinto solo Hamilton, perché le due Williams in zona punti costituiscono una piccola vittoria per il team di Grove e un piccolo sorriso sulla faccia di Sir Frank.

F1 | GP Italia 2018 – Classifica piloti e team [Round 14/21]

F1| Williams, la leggenda risorge a Monza: “La chiave è solo il duro lavoro”
Lascia un voto
mm

Carlo Platella

Nato e cresciuto a Torino, studio ingegneria dell'Autoveicolo nel Politecnico della mia città. Ho una grande passione per il motorsport in tutte le sue forme che mi piace trasmettere negli articoli. Lavoro nella Squadra Corse della mia università con la speranza un giorno di entrare in Formula 1.