F1 | Wolff: “Ancora lontani da Ferrari e Red Bull”

Secondo Wolff, Mercedes non è ancora abbastanza vicina alla Ferrari e alla Red Bull per combatterle davvero. Dopo il difficile inizio di stagione, la squadra ha conquistato il podio nelle ultime sei gare.

Wolff Ferrari Red Bull
credits dal web

 

Nonostante i progressi nelle ultime gare, Toto Wolff è convinto che Mercedes non sia ancora al livello di Ferrari e Red Bull.

Il Campionato 2022 non è iniziato al meglio per Mercedes, ma nelle ultime sei gare ha raccolto risultati soddisfacenti. Lewis Hamilton e George Russell sono arrivati ​​rispettivamente secondi e terzi  in Francia e Ungheria.
Russell ha ottenuto la prima pole position della stagione della squadra all’Hungaroring, mentre negli ultimi giri Hamilton ha fatto il suo giro più veloce. Tuttavia Wolff ha sottolineato che la squadra ha iniziato il fine settimana in condizioni molto peggiori prima che la situazione cambiasse.

In Ungheria abbiamo avuto un weekend nel complesso difficile. Venerdì abbiamo sofferto molto, non sapevamo davvero in quale direzione guardare. Forse sbagliare così tanto venerdì è stato utile per fare quasi bene tutto domenica”.

Le prestazioni delle squadre sono variate notevolmente durante il fine settimana, iniziato con temperature calde prima dell’abbassamento repentino. Wolff ha detto che la Mercedes: “deve stare attenta,  a Budapest si sono create le condizioni per fare bene.”


Leggi anche: F1 | Perez fa il bilancio di metà stagione: “I ritiri mi hanno ucciso, ma ci sono tanti aspetti positivi”


Le altre squadre, Ferrari in particolare, si sono lamentate delle gomme. Quindi, secondo la mia opinione personale, siamo ancora lontani dai primi, hai visto che Leclerc con la gomma giusta aveva un ottimo ritmo, ma almeno siamo nella stessa gara”.

Wolff ammette che il problema con il DRS di Hamilton in qualifica ha fatto fallire le sue possibilità di vittoria. “Il ‘se’ non conta in questo sport“, ha aggiunto. “Non voglio dire che ora all’improvviso siamo tornati in gioco e possiamo vincere le gare perché non penso che sia così. Penso che abbiamo fatto bene a Budapest sabato e abbiamo raccolto i risultati. Non penso che siamo abbastanza vicini a Ferrari e Red Bull per combatterli davvero“.

La forma attuale della Mercedes sta superando le previsioni dei test pre-stagionali, ma per una squadra vincitrice del campionato non è abbastanza.

Avrei voluto più vittorie e meno podi. Siamo umili, ma puntiamo a vittorie in gara piuttosto che arrivare secondi e terzi. Oggi queste posizioni sono frutto di tanto lavoro e sono meritate. Questo allora è un buon passo avanti.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Victoria L.

Laureata in Comunicazione, lavoro in una media company. Appassionata di Formula 1, la seguo dal Gran Premio di Jerez 1997.