F1 | Wolff: “Ho fiducia verso la W13, nelle simulazioni è un 1s più veloce di quanto mostri in pista”

Il Team Principal della Mercedes, Toto Wolff, ha dichiarato di avere fiducia verso la W13 nonostante i problemi mostrati in questa fase iniziale della stagione.

Toto Wolff problemi Mercedes
Credit: unknown

Le prestazioni della Mercedes in questi primi 3 appuntamenti stagionali sono sulla bocca di tutti. In pochi si aspettavano una W13 così poco competitiva rispetto a Ferrari e Red Bull anche se, guardando la classifica, la scuderia di Brackley è seconda sia nel campionato piloti (con Russell), che in quello costruttori. Approfittando delle disavventure Red Bull, le frecce d’argento hanno assaporato già due volte il gradino del podio. Manca ancora tanto per puntare a quello più alto, ma, nonostante i problemi iniziali in Mercedes, anche Toto Wolff mostra fiducia verso la W13, spiegando come questa vettura possa migliorare fino ad un secondo. “I nostri studi e simulazioni mostrano che l’auto è un secondo più veloce di quanto mostri in pista.” 

Il Team Principal della Mercedes ritiene che tornare al disegno della vettura visto a Barcellona non risolverebbe i problemi fin qui visti. “Il nostro problema è il porpoising, ci sono squadre che lo hanno risolto meglio di noi. Tornare alla configurazione di Barcellona come alternativa? Penso che non sia una cosa che si può fare facilmente, ha spiegato Wolff nelle dichiarazioni rilasciate da RacingNews365.com.


Leggi anche: F1 | In Williams starebbero pensando di sostituire Latifi per il 2023


“Sono già stato in questa situazione prima ed è sufficiente essere umili per affrontarla. Ho già avvertito in passato che le nuove regole potevano stravolgere la gerarchia ed è esattamente quello che è successo, ha continuato Toto Wolff, il quale si è soffermato anche sul futuro sviluppo della W13. “Il centro del gruppo è molto stretto e non siamo abbastanza veloci. Ci sono molti aspetti che sappiamo di poter migliorare, ma ci sono anche altri dettagli della vettura che non capiamo.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Michele Guacci

Classe 2003, studente ed appassionato di F1 sin dall'infanzia.