F1 | Wolff: “I piloti non possono buttare fuori di pista i propri rivali per evitare che ottengano punti, bisogna intervenire”

Toto Wolff afferma che i piloti di Formula 1 devono essere scoraggiati dal buttare fuori di pista i rivali per impedire loro di fare punti.

Wolff piloti rivali
Credits: Twitter

Toto Wolff afferma che i piloti di Formula 1 devono essere scoraggiati dal buttare fuori di pista i rivali per impedire loro di fare punti. Ha fatto le sue osservazioni sulla scia della collisione di domenica tra Lewis Hamilton e Max Verstappen. Questa ha messo entrambi i piloti KO, non permettendogli di continuare la corsa. Wolff ha descritto la mossa come un “fallo tattico” da parte di Verstappen dopo essere finito dietro Hamilton durante i pit stop.
Per me ciò che dobbiamo evitare in futuro è che i piloti si elimino tra di loro perché sanno di aver perso la posizione“, ha detto Wolff.

I commissari hanno ritenuto Verstappen responsabile dello scontro di domenica, assegnandogli una penalità di tre posizioni in griglia per il Gran Premio di Russia. Ma sebbene abbiano scoperto che Verstappen era “prevalentemente” responsabile della collisione, non hanno suggerito che il contatto fosse stato deliberato.


Leggi anche

F1 | Tutti i team radio del tragico pit stop di Verstappen e della successiva collisione con Hamilton [TRASCRIZIONE]


Parlando prima dell’annuncio del verdetto, Wolff ha dichiarato: “I falli tattici per assicurarsi che l’altro ragazzo non vinca sono qualcosa che devi tenere sotto controllo. Come, non ne ho idea”, ha aggiunto. Tuttavia Wolff ha ammesso che era più propenso a considerare il contatto come deliberato perché le sue simpatie erano per il suo stesso pilota. Non ho detto che Verstappen fosse completamente da biasimare, non ho un giudizio assoluto sull’incidente”, ha detto Wolff. “Quello che ho detto è che si potrebbe vederlo come un fallo tattico con il pregiudizio che ognuno di noi ha bisogno di riconoscere. Non vogliamo che in futuro ci siano situazioni in cui uno perde la posizione e l’unico modo per fermare l’altro è semplicemente eliminarlo. Entrambi hanno bisogno di lasciare spazio l’uno all’altro, gareggiare duramente, ma evitare incidenti. Perché è stato molto divertente fino ad ora, ma abbiamo visto un Halo che ha salvato la vita di Hamilton e Max ha avuto un impatto così pesante a Silverstone e non vogliamo arrivare a una situazione in cui intervenire quando qualcuno si fa davvero male”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.