F1 | Zanardi ha ripreso a comunicare

Federica Alemanno, Neuropsicologa: “È stata una grande emozione quando Zanardi ha cominciato a parlare, nessuno ci credeva“.

ZANARDI
© Il Fatto Quotidiano

Alex Zanardi sta riprendendo a comunicare, lo si apprende da un intervista rilasciata al Corriere della Sera dalla Dott.ssa Federica Alemanno. Già lo scorso anno, dopo il drammatico incidente e i primi interventi chirurgici d’urgenza, quando si stava lentamente risvegliando all’ospedale San Raffaele di Milano, aveva cominciato a parlare.

Ciò, è stato possibile grazie ad un efficace terapia sperimentata dalla neuropsicologa Dott.ssa Alemanno. “È stata una grande emozione quando ha cominciato a parlare, nessuno ci credeva. Lui c’era! E ha comunicato con la sua famiglia“, ha spiegato il medico.

La Dott.ssa Alemanno, 36 anni, ha accumulato una grande esperienza in campi medici. Possiede una laurea in neuroscienze, a cavallo tra medicina, filosofia e psicologia. Ha sperimentato una nuova tecnica: la “awake surgery, ovvero “chirurgia da svegli“, che consiste ne tenere la mano ad un paziente, anche per ore. Lo ha fatto l’anno scorso, con Alex Zanardi, con importanti risultati.

È una tecnica molto particolare che non è prevista nel repertorio classico dei gesti medici. Ma come obiettivo ha quello di garantire al paziente la migliore qualità di vita dopo un delicato intervento chirurgico.

Il risveglio di Zanardi l’ha resa orgogliosa del suo lavoro e le ha offerto uno stimolo in più per continuare la sua missione non solo con i pazienti che hanno subito interventi chirurgici al cervello, ma anche con pazienti guariti dal Covid, con sindromi simili a quella dello stress post traumatico:  “I più traumatizzati sono quelli che hanno vissuto l’incubo dei caschi e sofferto la mancanza dei familiari e visto gente morire attorno“.


Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Sainz in pista con la Ferrari SF71-H a fine gennaio

 

Giuseppe Cinotti

Autore per F1ingenerale.com. E’ appassionato di Formula 1 fin da bambino. Ama questo sport perchè è il suo sogno da sempre. Ama il rumore assordante, l'odore della pista, l'attesa, la tensione, le macchine che scattano impazzite, il brivido, la strada che corre veloce, i sorpassi, la paura di sbagliare, il coraggio, il superare se stessi. Il suo motto: "Non si può descrivere la passione, la si può solo vivere" cit. Enzo Ferrari.