Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Aragoste vendute a peso d’oro nel paddock di Miami: è polemica sui social

Nel weekend di Miami sono emerse polemiche per gli esorbitanti prezzi del cibo nei menù, con il CEO dei Miami Dolphins Tom Garfinkel che ha voluto fare chiarezza

La storica vittoria di Lando Norris e della McLaren in Florida ha fatto passare in secondo piano una polemica nata nel paddock ed alimentata poi sui social proprio durante lo scorso weekend a Miami. Diversi utenti hanno infatti sottolineato gli esorbitanti prezzi del cibo nei menù, in particolar modo per i 280 dollari dell’aragosta, ritenuti decisamente eccessivi dai presenti all’evento.

Garfinkel prezzi GP Miami
Tom Garfinkel ha voluto fare chiarezza sugli elevati prezzi del cibo nel weekend di Miami © Autosport

Intervenuto sulla questione con i media, tra cui F1ingenerale, Tom Garfinkel, presidente dell’Hard Rock Stadium nonché CEO dei Miami Dolphins, ha voluto fare chiarezza, spiegando come le foto circolate in rete siano state in realtà decontestualizzate.

“L’altro giorno qualcuno ha inviato un tweet che indicava che un panino all’aragosta costava 280 dollari e l’ha inviato senza commenti. Il contesto che non è stato incluso è che si trattava di una suite. Si trattava di un involtino di aragosta, per probabilmente 10 persone, a 280 dollari”.

Proprio per sopperire alle critiche arrivate nelle scorse edizioni a causa degli elevati prezzi dei biglietti, da quest’anno sono stati messi in vendita anche dei biglietti per la general admission al prezzo di 150 dollari: “Penso che sia stato molto divertente vedere che, probabilmente per la prima volta in tre anni, il livello 300 dello stadio quasi mezzo pieno”.

”Possono andare dall’altra parte della strada dove ci sono delle pedane su cui si può stare se si acquista un pass del campus per 150 dollari al giorno. Si può stare proprio accanto alla pista”.

”Queste pedane sono presenti in diverse aree intorno alla pista. Si può salire al piano superiore dello stadio, passeggiare, vedere la maggior parte della pista. Le concessioni sono aperte proprio come per il football”.


Leggi anche: Marko predice il futuro di Newey: non sarà Ferrari la sua prossima destinazione


“Quindi, ci sono opzioni meno costose, e ce ne sono molte in tutto il campus. Poi ci sono opzioni più costose e altre molto costose. Il famoso chef newyorkese Mario Carbone è lì a preparare i rigatoni alla vodka, e il costo è molto alto”.

“Stiamo solo cercando di fornire opzioni in tutto lo spettro. A volte le persone indicano una cosa e dicono ‘è davvero costosa’ senza fornire il contesto. Si tratta in realtà di un rotolo di aragosta per una suite per 10 persone. Ci sono anche opzioni economiche. Questo è l’importante per noi”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter