Formula 1Interviste F1

F1 | Perchè Hamilton “potrebbe ritrovare la motivazione” in Ferrari

Alain Prost ha commentato il passaggio di Lewis Hamilton in Ferrari e le sue prospettive di successo con la scuderia di Maranello

Non è un caso, forse, che la notizia del passaggio di Lewis Hamilton in Ferrari a partire dal 2025, ufficializzata ad inizio Febbraio, abbia conciso con il peggior inizio di campionato nella carriera del britannico.

Non aiutato certamente da una W15 nettamente in difficoltà rispetto ai competitors, il sette volte campione del mondo si trova infatti soltanto al nono posto nel mondiale piloti con soli 10 punti conquistati, mentre il compagno di squadra può vantare più del doppio dei punti dopo le prime quattro gare.

Prost Hamilton Ferrari
Alain Prost ha commentato il passaggio di Lewis Hamilton alla Ferrari © PlanetF1

Sono in molti a pensare che Lewis sia ormai con la testa e lo sguardo proiettato alla prossima avventura che lo attende a Maranello tra pochi mesi, consapevole anche di avere ben poche opportunità di portare a casa risultati significativi nella sua ultima stagione in Mercedes.

Sulla questione si è espresso anche Alain Prost, il quale, parlando in un’intervista concessa a Sports Illustrated, ha commentato il colpo messo a segno da Ferrari e le prospettive di successo tra le due parti: ”Posso capire la sua decisione. Quando sei in una squadra come la Mercedes, che non ha vinto una gara per due anni e sta lottando per tornare in testa, alla sua età avrà detto: “Perché non provare qualcosa di diverso?”.

“Non sono sicuro che avesse la possibilità di andare alla Red Bull, ma di sicuro non con Max. Allora può andare alla Ferrari, soprattutto con il cambio di regolamento nel 2026. Poi ha solo un anno per ambientarsi”.

“Dopo il 2026 avrà 42 anni, credo, forse anche 43, quindi sarà un’altra storia. Ma posso capire, se non vuole smettere di correre. La domanda è: è una buona mossa? Sarà una buona scelta? Anche per la Ferrari si potrebbe porre la domanda”.


Leggi anche: F1 | Mercedes, dalla Germania: via libera per il colpo Verstappen con un’offerta maxi


“È un bene per lo sport perché tutti lo guarderanno. Si può avere un’idea, ma l’idea o la percezione che si può avere oggi sarà diversa l’anno prossimo nella stessa fase, perché avrà un anno in più e ritroverà la sua motivazione essendo in Ferrari?”

Secondo il francese, ritrovare la motivazione sarà possibile, ma certamente non semplice, considerando anche la pressione mediatica attorno al cavallino: “È possibile, perché se è per un breve periodo e se la Ferrari va bene, penso che potrebbe ritrovare la motivazione. Anche il rapporto con Leclerc…l’ambiente in  Ferrari è importante”.

”Ha avuto un periodo così lungo in Mercedes, con un certo modo di lavorare. Poi passa a una squadra italiana, soprattutto con una pressione diversa, un modo di pensare diverso, sotto pressione da parte dei media. Penso che non sia così facile”. 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter