Formula 1Interviste F1

F1 | Briatore loda l’impresa Ferrari a Melbourne, e sul mondiale costruttori…

Anche Flavio Briatore ha lodato la straordinaria impresa compiuta da Ferrari e da Carlos Sainz nello scorso weekend di Melbourne

È passata quasi una settimana dal successo di Carlos Sainz a Melbourne, che ha messo fine alla striscia di nove vittorie consecutive di Max Verstappen e di Red Bull. Un successo insperato alla vigilia del weekend ma non del tutto inaspettato, con la SF24 che aveva dimostrato sin dalle prove libere di poter tenere il passo della RB20. E così si è poi verificato in gara, al netto del ritiro del fuoriclasse olandese che ha lasciato comunque degli interrogativi.

Briatore Ferrari Melbourne
Briatore loda l’impresa Ferrari a Melbourne, e sul mondiale costruttori © Getty Images

Anche Flavio Briatore, da sempre molto critico nei confronti del cavallino, non ha potuto far altro che lodare la straordinaria impresa compiuta dalla scuderia di Maranello parlando a Lapresse: “Ferrari fantastica. Credo sia stato incredibile Carlos Sainz che, dal letto di ospedale, in pochi giorni ha recuperato, è stato formidabile”.

E poi ha aggiunto: ”Una vittoria del team, di due piloti in forma, una vittoria che serviva alla F1. Credo che anche se Verstappen fosse stato in gara questa volta non avrebbe vinto, bravissimi tutti”. Se Ferrari può puntare ai costruttori? Penso di sì, è l’unico team vicino alla Red Bull. Vediamo ora l’evoluzione delle prossime gare”.


Leggi anche: F1 | Mercedes, perchè la W15 non funziona: la spiegazione tecnica di Allison


Parlando infine della scelta presa da Ferrari di lasciare andare Sainz per ingaggiare Lewis Hamilton dal 2025, Briatore ritiene sia ancora troppo presto per parlare di rimpianti: ”Parliamo solo di una gara, lasciamoli tranquilli. Gioiamo”.

Ferrari è attesa ora alla prova del nove in Giappone, su un circuito estremamente probante e selettivo come quello di Suzuka. Dovessero Leclerc e Sainz impensierire i due Red Bull anche sull’otto volante giapponese, ecco che l’ambizione di puntare almeno al titolo costruttori diventerebbe un obiettivo concreto più che un sogno.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter