Formula 1Interviste F1News Formula 1

La prima volta non si scorda mai: l’emozione di Stella alla prima vittoria da TP McLaren

Andrea Stella non ha nascosto una certa emozione nel commentare la sua prima vittoria come team principal McLaren, arrivata al termine di un GP di Miami scoppiettante

Il GP di Miami ha rappresentato non solo la prima vittoria in carriera per Lando Norris, che è riuscito finalmente a spezzare la maledizione che lo attanagliava sin dal debutto in Formula 1 nel 2019, ma anche per Andrea Stella alla guida di McLaren.

Stella McLaren GP Miami
È la prima anche per Stella come team principal nel GP di Miami © McLaren

La prima volta non si scorda mai

Il manager di Orvieto, entrato in carica come team principal all’inizio della passata stagione al posto di Andreas Seidl, ha raccolto i frutti del grande lavoro svolto fino a questo momento, con la MCL-38 che ha messo in mostra un passo eccezionale in gara, aiutata anche dal corposo pacchetto di aggiornamenti introdotto proprio in questo weekend. 

Intervistato a fine gara, l’italiano non ha nascosto una certa emozione: “Spero ci siano molte prime volte. La più importante è la prima vittoria di Lando, perché se l’è meritata alla grande”.

“Abbiamo sempre detto che non appena gli avremmo dato il materiale giusto, ce l’avrebbe fatta, e ce l’ha fatta. Il mio pensiero va agli uomini e alle donne della McLaren”.

“Sapevamo che la macchina era veloce, anche se è stata un po’ una sorpresa. Ma la prendiamo positivamente e la prendiamo anche per il futuro”.

Stella ha voluto dedicare la vittoria al grande Gil De Ferran, scomparso a soli 56 anni lo scorso 28 Dicembre: “Questa vittoria è per Gil de Ferran”.


Leggi anche: GP Miami, Leclerc si congratula con McLaren e attacca Perez per la partenza kamikaze


Anche Zak Brown ha espresso grande entusiasmo per il trionfo di Miami, ringraziando anch’egli il team per il grande lavoro svolto: ”La macchina era davvero veloce, e credo che Gil de Ferran e Mansour abbiano avuto qualcosa a che fare con la giornata di oggi”.

“La costruzione di questi team di Formula 1 non avviene da un giorno all’altro. È stato necessario un enorme contributo da parte di oltre 1.000 persone in McLaren, quindi voglio ringraziare tutti gli uomini e le donne che hanno lavorato così duramente”.

“Arrivare da dove eravamo all’inizio dell’anno scorso a dove siamo ora è semplicemente incredibile, ed è stato un lavoro di squadra”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.