Formula 1News Formula 1

Audi ha scelto Hulkenberg: firmato un biennale in attesa di Sainz

Ora è ufficiale: Nico Hulkenberg sarà un pilota Sauber e poi Audi, che lo ha scelto per i prossimi due anni, il pressing ora si sposta su Sainz.

Come preannunciato, Audi non intendeva indugiare oltre. L’annuncio della coppia di piloti per il 2026 era nelle intenzioni di Ingolstadt che ora ha ufficializzato un biennale con Hulkenberg a partire dal prossimo anno in attesa di convincere Sainz.

“Con la sua esperienza di oltre 200 GP, il tedesco darà un grande contributo allo sviluppo del team, spiega il comunicato congiunto tra Sauber e Audi.

Audi Hulkenberg
Audi – Hulkenberg è fatta: il tedesco sarà in Sauber dal 2025 in attesa di Sainz. Credits: XBP Images

C’è stato grande interesse reciproco sin dall’inizio“, spiega Andreas Seidl, CEO del futuro team Audi.

Nico ha una personalità forte. La sua determinazione e il suo desiderio a livello professionale e personale ci aiuteranno a progredire nello sviluppo della vettura“.

Le parole di Hulkenberg: “Un onore rappresentare la Germania con Audi”

La scelta del tedesco è, per certi versi, da leggersi anche in ottica “patriottica”. A Ingolstad, infatti, non hanno mai nascosto di preferire un profilo di nazionalità teutonica, con i vari Vettel e Mick Schumacher che erano già stati affiancati alla scuderia dei quattro anelli.

La prospettiva di gareggiare per Audi è qualcosa di molto speciale“, spiega Nico Hulkenberg.

Quando un costruttore tedesco entra in F1 con tale determinazione credo si tratti di un’opportunità unica. Rappresentare un team tedesco con power unit realizzata in Germania è davvero un grande onore per me.

Audi: ora è all in su Sainz

Confermato Hulkenberg, in casa Audi ora il pressing si sposta tutto su Sainz. Sono oltre due mesi che la trattativa prosegue e l’entourage dello spagnolo prende tempo. 

Richiesta verosimilmente dettata dalla speranza di trovare un’opportunità in Red Bull o Mercedes. 

Naturalmente la proposta tecnica di Audi, per il momento, non può pareggiare quella dei top team, circostanza che ha indotto lo spagnolo a temporeggiare nella speranza di cambiamenti nelle squadre di vertice.

Qualora il madrileno non dovesse convincersi, pare che a Ingolstadt il secondo nome sulla lista sia quello di Ocon.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter