Formula 1Interviste F1

F1 | Ferrari competitiva in Bahrain, ma l’ammissione di Sainz sulla RB20 preoccupa

Nonostante Ferrari abbia mostrato ottimi segnali nei test in Bahrain, Carlos Sainz ritiene che Red Bull sia ancora “mezzo passo avanti” rispetto alla concorrenza con la RB20

Al netto di una crescita evidente della SF24 rispetto alla monoposto della passata stagione, soprattutto sul fronte del degrado gomme, in Ferrari regna ancora la massima cautela ad ormai una settimana dal primo GP stagionale in Bahrain.

Nonostante abbia ottenuto il miglior tempo nella classifica combinata dei tre giorni di test, Carlos Sainz, così come molti dei suoi colleghi, ha ammesso la superiorità della RB20, che nelle mani di Max Verstappen ha stupito non tanto per rapidità quanto per l’incredibile costanza mostrata sul passo gara. 

Sainz RB20
Carlos Sainz ritiene che la RB20 sia ancora “mezzo passo avanti” rispetto alla concorrenza © Ferrari

RB20 ancora mezzo passo avanti

Rispondendo alla recenti dichiarazioni di Helmut Marko, secondo il quale Ferrari pagherebbe 3 decimi al giro rispetto alla RB20, il madrileno ha risposto: “Non so se si tratti di tre decimi, un decimo, mezzo secondo. È impossibile saperlo in questo momento con i carichi di carburante e le modalità del motore”.

“Posso però già dirvi che hanno fatto una macchina davvero buona. Si vede già dal design che è un mezzo passo avanti rispetto agli altri e che hanno avuto più tempo per svilupparla, considerando il vantaggio che avevano l’anno scorso”.

Nonostante l’ammissione di inferiorità, Carlos non ha intenzione di concentrarsi troppo sui rivali: “Credo che il primo giorno abbiamo avuto una giornata forte. Quest’anno abbiamo portato una macchina che ha senso per i nostri numeri, che ha senso per ciò che vogliamo o per ciò a cui puntiamo. Diamo quindi un po’ di tempo e vediamo dove siamo”.


Leggi anche: F1 | Antonelli pezzo pregiato sul mercato: parlano Wolff e Vowles


“Se abbiamo paura della RB20? No, paura non è la parola giusta”, ha aggiunto Sainz in seconda battuta.  “Ovviamente si vede che sono molto veloci. Anche noi siamo stati veloci, ma credo che sia troppo presto per saperlo”.

La prova del nove è attesa a questo punto tra meno di una settimana, con rumors nel paddock che parlano di una Ferrari potenziale seconda forza a inizio stagione, vedendo le simulazioni gara della giornata di ieri.

La grande incognita resta Mercedes, con la scuderia di Brackley che non ha mai effettuato una vera e propria simulazione, quasi a voler nascondere un potenziale ben più elevato di quanto fatto vedere dalla W15 nelle tre giornate di prove a disposizione.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter