A TCFormula 1Interviste F1

F1 | Verstappen graziato tre volte a Singapore: Leclerc e Norris dicono basta alle carezze della FIA

Charles Leclerc e Lando Norris esigono punizioni più severe per i piloti che commettono impeding in qualifica, dopo che la FIA ha nuovamente graziato Max Verstappen a Singapore, punendolo con una semplice reprimenda.

Charles Leclerc e Lando Norris esigono punizioni più severe per i piloti che commettono impeding in qualifica, dopo che la FIA ha nuovamente graziato per ben tre volte Max Verstappen a Singapore, punendolo con una semplice reprimenda. Inoltre, in molti tra tifosi e addetti ai lavori hanno storto il naso per la decisione volontaria di AlphaTauri di non presentarsi dai commissari in seguito all’episodio tra l’olandese e Yuki Tsunoda, sempre nelle qualifiche di Marina Bay.

Verstappen FIA punizioni Leclerc Norris
Leclerc e Norris invocano punizioni più severe dalla FIA dopo aver graziato tre volte Verstappen a Singapore © RN365

Leclerc e Norris invocano punizioni più severe dalla FIA dopo aver graziato tre volte Verstappen a Singapore

“Non voglio dire troppo, perché creerei solo polemiche, ma credo che l’impeding in pista fosse quello che avrebbe dovuto essere sanzionato”, ha dichiarato Norris nella conferenza stampa alla vigilia del weekend di Suzuka.

“Ha bloccato qualcuno. Non è solo colpa della squadra. So che la squadra ha ricevuto la multa alla fine della giornata, ma anche il pilota dovrebbe guardare negli specchietti. Per tutto il giro non devi fare altro che guardare negli specchietti. Sembra che molti facciano fatica a farlo”.

Lo scorso anno Norris subì un clamoroso caso di impeding ad altissima velocità a Suzuka proprio con Max Verstappen, dovendo schivarlo all’ultimo secondo e rischiando parecchio. Anche in quell’occasione, però, la FIA decise di dare solo una reprimenda al pilota Red Bull.

“Penso che le sanzioni dovrebbero essere più severe per chi blocca le persone, perché lo fanno in tanti”, ha aggiunto l’inglese. “Rovina il giro, rovina la qualifica. Yuki è stato messo fuori gioco in qualifica ed era primo nella Q1”.


Leggi anche: F1 | VOTA – Red Bull svela le 10 possibili livree della RB19 in occasione del weekend di Las Vegas


“Nessuno sembra preoccuparsi abbastanza e in questa stagione è successo spesso. A me è successo parecchie volte, soprattutto con certi team, ma è anche compito del pilota guardarsi alle spalle”.

”Non hanno altro da fare che premere il pulsante di ricarica e guardare gli specchietti. Sembra che la gente faccia fatica a farlo in Formula 1, il che è una sorpresa. Probabilmente nel fine settimana bloccherò qualcuno e farò la figura dello stupido”.

Non ci è andato molto leggero nemmeno Charles Leclerc, che ha sposato in pieno le parole del collega McLaren: “Questo potrebbe aprire situazioni piuttosto spiacevoli in futuro. Ma è sempre una discussione aperta con la FIA e cerchiamo di spiegare loro qual è il nostro punto di vista e di migliorare. Sono sicuro che ne discuteremo domani sera durante il briefing”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter