A TCFormula 1Interviste F1

F1 | Leclerc spoilera i primi sviluppi e promette: “Presto metteremo Red Bull sotto pressione”

Charles Leclerc ha commentato con soddisfazione il podio ottenuto nel GP d’Arabia Saudita, nonostante il distacco da Red Bull sul traguardo sia comunque notevole

Se in Bahrain avevamo visto un Charles Leclerc decisamente indispettito a causa del problema ai freni che gli aveva impedito di esprimere il massimo potenziale in gara, questa volta il monegasco è sembrato decisamente più sereno in volo, dopo aver conquistato il primo podio stagionale nel GP d’Arabia Saudita.

Merito di una SF24 che, esclusa Red Bull, ha dimostrato di essere una monoposto decisamente performante, anche se il gap dai campioni in carica resta comunque considerevole.

Leclerc podio GP Arabia Saudita
Charles Leclerc ha commentato con soddisfazione il podio ottenuto nel GP d’Arabia Saudita © Ferrari

Leclerc, è caccia alla Red Bull

”Non ho ancora controllato il ritmo, ma immagino che sia stato forse 3-4 decimi più lento al giro, il che è molto nel motorsport”, commenta il monegasco post gara. ”Tuttavia, se si esamina ogni parte della vettura, se si guadagna un centesimo per ogni passaggio, allora si guadagna subito”.

”Siamo la squadra che è migliorata di più perché abbiamo lavorato molto bene e dobbiamo solo continuare a farlo. Sono sicuro che arriverà il nostro momento”.

”È molto chiaro per noi quali sono le aree su cui dobbiamo lavorare per migliorare, il che è un segno positivo per questa stagione. Non so cosa la Red Bull abbia in tasca in termini di sviluppi, e questo sarà ciò che definirà quando esattamente saremo in grado di eguagliarli”.


Leggi anche: F1 | GP Arabia Saudita, Ferrari sul podio a Jeddah: il commento del presidente Elkann


Proseguendo con l’intervista, il numero 16 ha anticipato che, così come Red Bull, la quale si vocifera porterà un importante pacchetti di aggiornamenti per Imola, anche Ferrari ha già in mente cosa introdurre per migliorare la performance della SF24.

”Abbiamo anche alcune cose in arrivo, anche se non so esattamente quando. Cioè, lo so, ma non posso dirlo. Quindi sì, continueremo a lavorare, a concentrarci su noi stessi e spero che presto saremo in grado di metterli sotto pressione”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter