Formula 1Interviste F1

F1 | Alesi loda Vasseur e identifica un prezioso alleato per la Ferrari nella lotta contro Red Bull

Jean Alesi paragona l’operato di Fred Vasseur a quello che fu di Jean Todt, e crede che la Ferrari possa tornare alla gloria grazie a un prezioso alleato.

Jean Alesi crede che Frederic Vasseur sia l’uomo giusto per riportare la Ferrari alla gloria. La Rossa non vince da sedici anni; l’ultimo mondiale piloti risale al 2007 con Kimi Raikkonen.

L’ex pilota Ferrari, che ha corso per la scuderia di Marane tra il 1991 e il 1995, ritiene che il francese stia gettando le basi per una nuova epoca di successo, dopo il periodo d’oro di Michael Schumacher.

Credits: Scuderia Ferrari su X

Il Kaiser ha sostituito Alesi alla Ferrari. Schumacher e all’allora Team Principal Jean Todt hanno dato vita a un’epoca di dominio che li ha portati a vincere cinque titoli piloti e sei costruttori consecutivi tra il 1999 e il 2004.

“Fred Vasseur sta facendo un buon lavoro nel dare consistenza a questa Ferrari,” afferma Jean Alesi a Motorsport.com. “Ho l’impressione che stia ripetendo il lavoro straordinario che fece Jean Todt quando arrivò a Maranello, costruendo una squadra che poi diede vita all’era Schumacher.”

Squadra vincente non si cambia: l’ex pilota francese ritiene che gli uomini di Vasseur possano costruire una potente PU in vista dei nuovi regolamenti che entreranno in vigore nel 2026.

La squadra è già competitiva, prosegue, e può avere il supporto di un prezioso alleato nella corsa al titolo. Sono rimasti ancora sedici gare da disputare e “la Ferrari mi sembra in crescita. E poi c’è anche un alleato importante che può aiutare a battere la Red Bull e sto parlando della McLaren.”

Il team di Woking è attualmente più vicino alla Red Bull in termini di prestazioni. Tuttavia, la Rossa è 68 punti avanti nella lotta costruttori. Inoltre, Charles Leclerc è a 24 punti dal leader del mondiale, Max Verstappen.

Alesi è fiducioso: con due vittorie, la Ferrari è pronta a combattere la Red Bull, che al momento appare vulnerabile.

“La Ferrari aveva già vinto a Melbourne con [Carlos] Sainz. Ora Charles [Leclerc] troverà la motivazione per continuare a fare bene,” ha aggiunto il francese a Motorsport. “Sento che la Red Bull senza Adrian Newey è un po’ come l’orchestra della Scala senza direttore. Non ho bisogno di aggiungere altro.”

Crediti immagine di copertina: Michael Potts / Motorsport Images

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.