Formula 1Interviste F1

F1 | Allarme Red Bull, Marko fissa la deadline per “il momento della verità”

Il dominio Red Bull è davvero finito? Helmut Marko fissa la deadline per capire se la RB20 è ancora competitiva o meno.

Helmut Marko è molto preoccupato per l’andamento della Red Bull. Dopo le prime gare sembrava chiaro che Max Verstappen avrebbe facilmente vinto il suo quarto titolo competitivo. Invece, nelle ultime settimane, la RB20 si sta dimostrando piuttosto vulnerabile mentre i diretti avversari, Ferrari e McLaren, guadagnavano terreno, arrivando a vincere tre gare complessive.

Helmut Marko © Red Bull Content Pool

I problemi per la Red Bull sono destinati a ripresentarsi nel Gran Premio del Canada, dove difficilmente la vettura potrà adattarsi ai dossi e ai cordoli del circuito di Montreal. Intervistato da Sport1, Marko ha ammesso che la RB20 potrebbe trovarsi in grossi guai se non sarò competitiva entro la fine del mese, menzionando il GP di Spagna. Lo scorso anno, tutt’altro scenario con Max Verstappen che vinceva dalla pole position con 24 secondi di vantaggio dal secondo classificato.

“Se cambiamo l’altezza, perdiamo molta spinta. Ecco perché siamo limitati in questo settore”, ha spiegato allarmato il consulente della Red Bull al magazine tedesco. Marko si è detto comunque fiducioso che “in piste convenzionali come Barcellona” riusciranno ad essere superiori. Ecco perché la Spagna sarà decisiva per capire a che punto è la RB20: “In caso contrario, allora abbiamo davvero un problema.”

L’ottantenne austriaco confida molto nelle prestazioni di Verstappen, e sa che farà la differenza in piste ostili alla Red Bull: “È in ottima forma. Non c’è nessun altro pilota che possa guidare al limite in ogni giro della gara senza commettere errori.”

Più pessimista Jos Verstappen, padre del campione del mondo in carica. Al De Telegraaf aveva dato una scossa alla Red Bull, incitandoli a fare di più per “capire da dove nascono certe difficoltà. Intanto è chiaro che McLaren e Ferrari si avvicinano sempre di più. Max è stato bravo a nascondere alcuni problemi, ma si vede quanto è grande la differenza tra lui e il compagno di squadra. Mi sembra che il periodo di dominio della Red Bull sia giunto al termine.”

Crediti immagine di copertina: Red Bull Content Pool

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.