Formula 1Interviste F1

F1 | Ancora botta e risposta tra Red Bull e McLaren, Helmut Marko attacca: “Si lamenta come un bambino”

Anche Helmut Marko “partecipa” alla guerra verbale tra Red Bull e McLaren non risparmiando le sue solite stoccate.

Tra Red Bull e McLaren è in atto una vera e propria guerra di nervi, e anche Helmut Marko ha detto la sua. Se i piloti delle rispettive fazioni (Max Verstappen e Lando Norris) sembrano aver fatto pace, lo stesso non si può dire dei loro boss.

Nella conferenza stampa di ieri dedicata ai team principal, Zak Brown è parso molto duro nei confronti della Red Bull e del tre volte campione del mondo. Il CEO della McLaren, dopo il silenzio in Austria, non ha risparmiato bordate al team avversario, criticando l’atteggiamento dell’olandese in pista.

F1 | Red Bull teme l'Austria: la Sprint Race potrebbe danneggiare la RB20
Helmut Marko a colloquio con Max Verstappen in Spagna – Red Bull Content Pool

Brown e Andrea Stella sono stati molto chiari: Max Verstappen sa di aver provocato l’incidente con Lando Norris. Per questo ritengono che il pilota avrebbe dovuto essere punito più duramente. Oltre alla manovra pericolosa, la FIA doveva prestare attenzione alla sua guida, perché ci sono state alcune infrazioni non viste.

Entrambi hanno inoltre affermato che le attuali azioni di Verstappen dimostrano che in passato non si è intervenuti a sufficienza.

Al botta e risposta tra McLaren e Red Bull non poteva mancare Helmut Marko. GPBlog ha raggiunto l’anziano consulente per chiedergli di commentare le ultime dichiarazioni di Brown. Il CEO della McLaren ha parlato di come in Red Bull ci sia un problema nello gestire genitori e figli (riferendosi al rapporto tra Jos e Max Verstappen), in particolare in relazioni alle tensioni interne al team.

“Non abbiamo alcun problema con i padri”, ha risposto Marko. “E sono rimasto molto deluso dal modo in cui Norris, durante un fantastico duello, ha iniziato a lamentarsi come un bambino“.

Si spera che le parole del consulente 80enne siano le ultime in questo scontro verbale tra i due team, ma probabilmente non sarà così.

Crediti immagine di copertina: F1InGenerale

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.