Formula 1

F1 | Aston Martin, Krack “svela” il futuro di Stroll: “Presto dovremo comunicare qualcosa”

Il team principal di Aston Martin, Mike Krack, ha parlato del futuro di Lance Stroll con il team inglese.

Rinnovato il contratto di Fernando Alonso, in casa Aston Martin resta da definire il futuro di Lance Stroll. Il pilota canadese ha già parlato con Mike Krack per comunicargli le sue prossime intenzioni.

aston martin futuro lance stroll rinnovo contratto f1 2025
Lance Stroll ha comunicato ad Aston Martin la decisione sul suo futuro © Zak Mauger

La decisione di Stroll

La volontà è quella di continuare a correre anche nel 2025, come lo stesso pilota ha spiegato durante il weekend i Montreal.

“Tutto ciò che sta accadendo a Silverstone è super eccitante. Il progetto con la squadra e come siamo cresciuti negli ultimi anni. E continuiamo a crescere. Quindi è sicuramente nella mia mente continuare a farne parte”.

Il canadese sembra dunque aver messo la parole fine ai rumors che suggerivano che si fosse “stancato” di correre in F1.

Nei suoi confronti non sono certo mancate critiche negli ultimi anni. Tanti non lo ritengono nemmeno meritevole di un sedile nella massima categoria del motorsport. Tuttavia, il canadese ha mostrato in diverse occasioni di avere la velocità necessaria.

Il suo “problema” è sempre stato più legato alla costanza. Stroll ha infatti alternato ottimi risultati, ha conquistato 3 podi in F1, a gare piuttosto mediocri.


Leggi anche: F1 | Audi ed Alpine, crisi in vista? Saward attacca: “Pensano di conoscere tutte le risposte”


Anche il TP Mike Krack ha lasciato intendere che presto arriveranno notizie ufficiali sul futuro di Stroll in Aston Martin.

“Mi ha detto che vuole continuare. Penso che siamo in un buono scambio per questa situazione. Sappiamo che l’Aston Martin è la casa di Lance. Credo che presto dovremo comunicare qualcosa”.

L’annuncio del prolungamento di Stroll pare dunque imminente. Il suo contratto con il team di Silverstone, essendo suo padre il proprietario, non ha però una scadenza vera e propria. Come in passato, difficilmente se ne conosceranno cifre e dettagli.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter