Formula 1

F1 | “Bambini frignoni”, Hulkenberg contro Leclerc nelle FP1 in Austria

Nico Hulkenberg e Charles Leclerc hanno avuto un incomprensione durante le FP1 in Austria ed il tedesco si è lamentato in radio.

A Spielberg si è conclusa la prima, e unica, sessione di prove libere del weekend. Verstappen si è preso il miglior tempo ma durante le FP1 in Austria c’è stato anche uno screzio tra Nico Hulkenberg e Charles Leclerc.

leclerc hulkenberg team radio fp1 austria f1 spielberg 2024 ferrari haas
Un momento di incomprensione tra Leclerc e Hulkenberg nelle FP1 del GP d’Austria © F1

In uno dei suoi giri lanciati con gomma dura, il monegasco ha trovato il traffico del pilota Haas in curva 4. Leclerc è stato quindi obbligato ad abortire il suo giro.

Il pilota Ferrari però, come già fatto con Norris in Spagna, si è infastidito ed ha “allargato” un po’ la traiettoria in frenata per “lanciare un segno” al tedesco. Hulkenberg, a sua volta, non ha apprezzato la reazione di Leclerc. Gli si è quindi nuovamente affiancato in curva 5, facendogli anche un chiaro gesto con la mano.

Il team radio di Hulkenberg

Il pilota Haas si è subito aperto in radio per spiegare al suo ingegnere il suo punto di vista sulla questione. Si è lasciato anche andare ad un commento sui piloti che si lamentano in continuazione del traffico.

Hulkenberg: “Ho abortito. Non sapevo che la Ferrari fosse nel giro”.

Gannon: “Presta attenzione a Verstappen che sta spingendo”.

Hulkenberg: “Tutti questi bambini che piangono per il traffico”.


Leggi anche: F1 | Rivoluzione Williams: ingaggiate 6 nuove figure chiave per il team


La FIA non ha messo sotto investigazione quanto accaduto tra Leclerc ed Hulkenberg nelle FP1 in Austria. Sicuramente si tratta di un qualcosa di entità minore rispetto a quanto visto a Barcellona.

Lì Leclerc aveva effettivamente toccato Norris, così come Stroll aveva fatto con Hamilton. Entrambi erano poi stati sanzionati dai commissari con una reprimenda. 

Il focus si sposta ora sulla qualifica Sprint. Ancora tante le incognite visto che la prima sessione di libere ha visto distacchi un po’ troppo elevati tra i top team.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.