Formula 1

F1 | Brundle: “La rabbia di Verstappen ci dirà quando starà pensando al ritiro”

L’ex F1 Martin Brundle ha analizzato la reazione di Verstappen dopo il ritiro in Australia: “segnale di quando starà pensando al ritiro”.

Furioso. La reazione di Max Verstappen dopo il prematuro ritiro dal GP d’Australia dice tanto sulla fame di vittorie dell’olandese, ma non ha stupito gli addetti ai lavori come l’ex F1 Martin Brundle.

Dopo una serie di vittorie come la sua non ti aspetti una reazione simile“, spiega l’inglese. “Max era veramente furioso per il guasto sulla sua Red Bull“.

Verstappen ritiro
La rabbia di Max Verstappen dopo il ritiro dal GP d’Australia di F1. Credits; XBP Images

A fermare il tre volte campione del mondo un problema all’impianto frenante della sua RB20. Si ferma, così a 43 la striscia di gare portate a termine consecutivamente. La seconda più lunga della F1 dietro ad Hamilton.

Quando l’adrenalina è scesa, Verstappen si è calmato“, ha proseguito Brundle. “Credo che sia diventato molto più bravo a gestire questi momenti rispetto a prima“.

Eppure, secondo l’inglese, l’iniziale reazione di istinto di Max dice molto sul futuro del pilota.

Quando Max perderà la rabbia, la foga del momento…li saprete che sta pensando al ritiro.

Verstappen in pista? “Ferrari avrebbe vinto ugualmente”

Muovendo alla corsa. Brundle ritiene che Ferrari avrebbe vinto anche con l’olandese in pista.

Perez, con l’unica Red Bull rimasta, ha chiuso quinto. Era a quasi un minuto da Sainz prima della VSC“, spiega l’inglese.

Pare però che la sua RB20 avesse dei danni al fondo. Prima il passo era buono“.

Con Verstappen avrebbe vinto la Red Bull? Difficile da dire. Credo che fosse la domenica della Ferrari, a prescindere da tutto“.

Ora l’olandese punterà al riscatto già in Giappone. La Ferrari ha approfittato del passo falso della Red Bull per ricucire il gap in classifica. Max intende ristabilire le gerarchie sin da subito.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter