Formula 1

F1 | E se i pit stop fossero una delle chiavi per colmare il divario dalla Red Bull?

Toto Wolff, assieme ad altri team principal, ha parlato di una possibile soluzione per provare a diminuire il divario che si è creato nelle ultime due stagioni con la Red Bull

Dopo due stagioni con la Red Bull al comando della classifica costruttori, gli altri team si sono messi al lavoro per provare a colmare il divario con la scuderia austriaca. Ferrari, Mercedes e McLaren stanno sfruttando al massimo la loro pausa invernale per provare a rendere il più possibile competitivi i singoli progetti.

La stabilità dei regolamenti fino al 2026 potrebbe essere una chiave per consentire ai team rivali della Red Bull di potersi avvicinare allo strapotere della monoposto progettata da Adrian Newey. C’è da tenere in considerazione che la RB-19 ha smesso molto presto di portare aggiornamenti nel 2023, quindi questo potrebbe segnare ulteriori punti a favore della casata austriaca.

divario red bull
(Photo by Mark Thompson/Getty Images)

Tuttavia, potrebbe esserci un’area in cui i rivali potrebbero trarre vantaggio. Per cercare di recuperare prestazioni bisognerà concentrarsi sulle strategie durante la gara e le sessioni di qualifica. Quindi, migliorare ulteriormente il lavoro al muretto e tempi dei pit stop, potrebbe aiutare a fare la differenza.


Leggi anche: F1 | Disponibile da febbraio il documentario sulla Ferrari prodotto da Sky: orari ed episodi


Il team principal di Aston Martin, Martin Krack, sostiene che una maggior cura in pit lane potrebbe essere un buon alleato. “Bisogna porre nuovamente maggiore enfasi sui pit stop perché se le vetture sono vicine tra loro, sono davvero i piccoli dettagli che fanno la differenza sulla posizione in griglia” rivela Krack a Motorsport.

Anche Toto Wolff è convinto che una maggiore cura potrebbe aiutare tantissimo. La Mercedes stessa, per tutto il 2023, non è quasi mai stata in grado di scendere sotto il muro dei due secondi per effettuare un pit stop. La Red Bull è stata impeccabile anche sotto questo punto di vista e solo Ferrari e McLaren sono state un grado di tenersi al passo con gli austriaci.

Con una maggiore attenzione a questi dettagli, i team potrebbero provare a massimizzare al massimo queste aree per aumentare in modo notevole le prestazioni. Quindi, indirettamente, anche per provare a colmare il divario con la Red Bull.


Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter