Formula 1

F1 | Alonso come Hill, il sorprendente record che cadrà nel 2026

Fernando Alonso sulle orme di Graham Hill, nel 2026 cadrà un record di longevità in F1 sopravvissuto per più di 50 anni.

Fernando Alonso come Graham Hill, nel 2026 altro record di longevità in F1 per il due volte campione del mondo. Con il rinnovo in Aston Martin, l’asturiano gareggerà nel Circus oltre il suo 45esimo compleanno, rendendolo il più anziano pilota a prendere parte ad un Gran Premio in più di 50 anni. Ma perché la Formula 1 valorizza sempre più l’esperienza piuttosto che la preparazione atletica dei giovanissimi?

F1 Fernando Alonso Graham Hill 2026 longevità record
Fernando Alonso spegnerà 45 candeline nel 2026 – Aston Martin F1

Il tema della longevità non è nuovo nei Gran Premi. Agli albori della storia delle corse, non era raro che in pista gareggiassero piloti di oltre trenta, quaranta o persino cinquant’anni. Il monegasco Louis Chiron, terzo nel Gran Premio di Monaco 1950, corse fino a 55 anni, 9 mesi e 19 giorni. Ad oggi resta il più anziano ad aver mai preso parte ad una gara.

Con lo sviluppo del motorsport e l’arrivo di un professionismo più accentuato, il ruolo del pilota-atleta è diventato via via più importante. In Formula 1 si arrivava in più giovane età, guidando vetture sempre più estreme e comunque pericolose: chi ne aveva possibilità, fra i top drivers, tendeva a ritirarsi fra i trenta e i quarant’anni. L’ultimo a superare la soglia dei 45 anni fu Graham Hill, nel 1975.


Leggi anche: F1 | “Il dominio Verstappen è una noia”, Jake Dennis promuove la Formula E


Oggi la Formula 1 è uno sport ben diverso. Le monoposto sono più veloci, ma le gare risultano meno faticose. Dovendo gestire il degrado delle mescole, si tende a non spingere al massimo per l’intera durata della gara, favorendo anche gli atleti più avanti con l’età. Con la drastica riduzione dei test e il divario fra le vetture di F1 e quelle delle categorie minori, poi, l’esperienza assume un ruolo fondamentale.

Ecco allora che raggiungere il Circus diventa più complesso per i giovanissimi e l’esperienza di un Kimi Raikkonen (ritiratosi a 42 anni), di un Lewis Hamilton o di un Fernando Alonso assume un valore inestimabile. Proprio l’asturiano, nel 2026, spegnerà 45 candeline, diventando il primo pilota a superare quella soglia dopo il 1975.

Foto Copertina: Aston Martin F1

Seguici in Live Streaming su Twitch

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter