F1 AnalisiFormula 1Tech

F1 | Ferrari, a Monaco debutta la nuova ala posteriore

Ferrari monterà sulla SF-24 una nuova ala posteriore ad alto carico per cercare il massimo potenziale sulle strade di Monaco.

L’atipicità del tracciato di Monte Carlo richiede ai team scelte precise nei set up. Ferrari per il GP di Monaco ha scelto di far debuttare una nuova ala posteriore ad alto carico sulla SF-24.

ferrari ala posteriore monaco beam wing alto carico f1 formula1 monte carlo gp 2024 sf-24
Dettaglio della nuova ala posteriore Ferrari per il GP di Monaco © F1inGenerale

La pista del Principato ha uno dei layout più unici di tutto il mondiale. La totale assenza di rettilinei fa si infatti che i team non guardino troppo alle velocità di punta. Per questo motivo è importante avere a disposizione il massimo carico aerodinamico possibile.

Proprio in questa direzione va la specifica di ala che Ferrari utilizzerà a Monte Carlo. Dalle foto scattate dal nostro inviato nel paddock possiamo notare dei dettagli molto interessanti.

Main esteso e DRS minimizzato

Dopo il corposo pacchetto di sviluppi portato ad Imola, Ferrari continua con le novità. La nuova ala posteriore è ora dotata di un main plane completamente piatto nella zona centrale e dalla corda molto estesa.

Questo incrementa la superficie bagnata dall’aria e, di conseguenza, il carico generato. Anche il camber del profilo principale è aumentato rispetto alla specifica utilizzata fino ad Imola. Un ulteriore accorgimento per aumentare la downforce.

Ridotto invece il flap del DRS. Il profilo infatti ha una corda davvero minima specie se comparato con quello delle altre squadre. Il flap mobile è posto ad una incidenza maggiore proprio per cercare più carico. Presente anche il Gurney flap sul bordo d’uscita.

Alle estremità invece il profilo resta “tagliato”, come visto con gli aggiornamenti di Imola. Questa scelta fa si che in quella zona vadano a crearsi dei vortici che modificano il campo di pressione intorno all’ala migliorando carico ed efficienza.


Leggi anche: F1 | Rubato l’iconico scudo Ferrari del Club Caprino Bergamasco dopo il GP di Imola


Il pacchetto ad alto carico si completa con una beam wing a doppio elemento. Nelle prime sette gare Ferrari ha giocato proprio su questo componente per variare il carico posteriore.

ferrari ala posteriore monaco beam wing alto carico f1 formula1 monte carlo gp 2024 sf-24
La beam wing che Ferrari utilizzerà sulla SF-24 per il GP di Monaco © F1inGenerale

Qui a Monaco i tecnici di Maranello hanno posizionato entrambi i profili, ravvicinati, ad un elevato angolo di incidenza per generare il massimo carico. Sicuramente una scelta che penalizza il drag della vettura ma a Monaco non è così importante.

Sarà fondamentale l’interazione tra questo elemento e la nuova ala posteriore per garantire alla SF-24 di essere competitiva sulle strade del Principato. Il tutto in attesa del prossimo grosso pacchetto di sviluppi previsto per Silverstone.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.