Formula 1

F1 | “Gara di m****”, l’ira di Verstappen in Austria dopo l’incidente con Norris

Max Verstappen ha commentato a caldo l’incidente con Lando Norris nelle fasi finali del GP d’Austria.

Max Verstappen è una furia dopo l’incidente con Lando Norris che gli è costata la vittoria al GP d’Austria. Tallonato dalla McLaren del giovane britannico, il tre volte campione del mondo ha cercato di difendersi in tutti i modi.

Almeno fino a quanto Norris non ha provato il sorpasso che ha messo fuori gioco entrambi. Il pilota McLaren è stato costretto al ritiro al giro 65, mentre Verstappen ha potuto proseguire, ma non senza prima essersi fermato ai box. L’olandese ha poi concluso la gara in quinta posizione.

Credits: F1 su X

Tra i due litiganti, il terzo godo: George Russell ha preso la leadership del Gran Premio, regalando alla Mercedes un’altra vittoria. Sul podio anche un ottimo Piastri, che si è rifatto dopo la penalità presa nella Sprint, e Carlos Sainz, che non si aspettava assolutamente di poter arrivare terzo, visti i problemi riscontrati dalla Ferrari.

Non appena tagliato il traguardo, Verstappen ha salutato i tifosi orange dalle tribune, mentre il suo ingegnere di pista si è aperto in radio, comunicandogli: “Max, testa alta. Ti sono stati dati 10 secondi di penalità per quell’incidente con Lando. Te lo dico nel caso te lo chiedano dopo la gara.”

Verstappen è furioso, e giudica tutto ciò come “ridicolo”, poi incola Norris: “Che altro potevo fare? Mi sono spostato da un lato all’altro.”

“Non si è comportato in maniera corretta, Max”, questa la replica di Lambiase. “Disperatamente sfortunato, specialmente qui. Ma hai fatto del tuo meglio.”

“Voglio dire, la gara stessa è stata una m***a, ad essere onesti. Devono migliorare delle cose,” ha concluso l’olandese. Durante la gara, il pilota Red Bull non ha mai imposto un enorme distacco con Lando Norris, e ciò ha permesso a quest’ultimo di avvicinarsi e attaccarlo ulteriormente.

Crediti immagine di copertina: F1InGenerale

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.