Formula 1

F1 | GP Australia 2024, la doppietta Ferrari fa volare gli ascolti TV

Come sono andati gli ascolti TV del GP d’Australia 2024?

Gli ascolti TV del GP d’Australia 2024 parlano chiaro. In una domenica mattina – l’alba in Italia – in cui nessuno si aspettava un ritiro di Max Verstappen (favorito dopo le qualifiche), la Ferrari vince facendo doppietta.

Carlos Sainz conquista il gradino del podio più alto; dietro di lui il compagno di squadra, Charles Leclerc. Non accadeva dal 2004, quando a Melbourne l’ultima doppietta in rosso portava la firma di Michael Schumacher e Rubens Barrichello.

Credits: Scuderia Ferrari su X

L’entusiasmo per la doppietta Ferrari si traduce anche negli ottimi ascolti. Su Sky, la diretta del GP d’Australia 2024 ha conquistato 407.000 spettatori.

Su Tv8, la replica ha registrato ascolti in rialzo rispetto agli anni passati: 1.586.000 spettatori con il 12% di share. Segno che agli italiani piace vedere la Ferrari (tornare a) vincere.

GP Australia: gli ascolti degli anni precedenti

Lo scorso anno, ci fu una scia molto negativa: al pubblico italiano non piaceva il dominio di Max Verstappen, e ciò si ripercosse sugli ascolti. Il GP d’Australia andava in onda alle 7:00, quindi due ore più tardi rispetto a quello attuale, e la diretta su Sky era stata vista da 622.000 spettatori con il 12% di share. Su Tv8, la differita nel pomeriggio aveva registrato una media di 1.047.000 spettatori e il 9,6% di share.

Facciamo un salto indietro nel tempo e torniamo nel 2022, quando la Ferrari vinse per l’ultima volta a Melbourne. Charles Leclerc tagliò il traguardo per primo, riuscendo a incollare su Sky 890.000 spettatori, con uno share del 16,8%. La felicità per la vittoria della Rossa influenzò anche Tv8, dove la differita (alle 15 ore italiane) fu seguita da 1.571.000 spettatori con uno share dell’11,4%.

La Formula 1 si prenderà un’altra settimana di pausa. Il prossimo appuntamento è fissato al 7 aprile in Giappone.

Crediti immagine di copertina: Scuderia Ferrari su X

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter