A TCFormula 1

F1 | GP Australia – Vasseur: “Due pesi e due misure, ma buoni passi avanti”

Il Team Principal Frédéric Vasseur, commenta i progressi Ferrari in Australia e la penalità ricevuta da Sainz: “Ci sono due pesi e due misure”.

Vasseur Ferrari Australia
Vasseur ha commentato quanto accaduto nel corso del GP d’Australia. Credits: Scuderia Ferrari Multimedia

Zero punti sono un duro colpo per una rossa che vedeva in Melbourne una possibilità di riscossa dopo un inizio di stagione difficile. Zero, come i giri completati da Charles Leclerc, coinvolto in un contatto con Stroll nel corso del primo giro della corsa. Incidente di gara, la scelta dei commissari.

Evidentemente però la Federazione ha visto qualcosa di diverso nello scontro Alonso – Sainz, avvenuto sempre nel corso del primo giro a seguito dell’ennesima partenza dopo regime di bandiera rossa. Per il madrileno, infatti, sono arrivati cinque secondi e due punti di penalità sulla patente.


Leggi anche: F1 | Gasly a serio rischio squalifica per il GP di Baku


Una decisione che lascia l’amaro in bocca in casa Ferrari, tanto che lo stesso Vasseur ammette che le scelte della Federazione evidenziano: “due pesi e due misure“.

C’è frustrazione“, ammette il francese dopo la penalità ricevuta dal 55. “La frustrazione deriva dal fatto che non ci hanno dato tempo per discutere con Carlos per prendere delle contromisure. Mentre la settimana scorsa con Alonso era stata presa una decisione diversa“.

Risultati sportivi a parte, restano da commentare i progressi di una SF-23 parsa più vicina al gruppo di testa, con Sainz autore di un’eccellente rimonta prima della penalità.

A Melbourne l’effetto DRS è importante. Questo significa che per Gasly era relativamente semplice starci vicini“, ha spiegato Vasseur. “Ma è anche vero che qui il distacco rispetto alle vetture davanti era minore. Ho visto passi avanti in termini di prestazione e costanza, anche se il risultato non era quello che volevamo“.

Vasseur: “Nessuna novità aerodinamica rispetto a Jeddah”

Ferrari Australia
La SF-23 impegnata tra le curve di Melbourne. Credits: Scuderia Ferrari Multimedia

Alla domanda a cosa fossero dovuti i progressi visti quest’oggi a Melbourne, Vasseur ha spiegato che sulla rossa è stato trovato un miglior bilanciamento rispetto ai precedenti weekend.

I nostri passi avanti non sono dovuti a miglioramenti aerodinamici. Non abbiamo introdotto novità significative rispetto all’Arabia Saudita. Semplicemente si è trattato di trovare un miglior bilanciamento della monoposto“.

Quanto, infine, ad un bilancio complessivo sui primi tre appuntamenti, il francese vede Melbourne come l’inizio della rincorsa al vertice.

Credo che oggi sia stata una buona Ferrari. Non eravamo troppo lontani dal vertice, considerando che Carlos ha dovuto rimostrare. Questo non è comunque sufficiente, il nostro obbiettivo non è arrivare quarti. In gara dobbiamo essere più vicini“.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter