Formula 1Interviste F1

F1 | GP Austria – Hulkenberg: “Dovremo parlare ancora dei track limits”

Durante un’intervista post qualifica, il pilota Haas Nico Hulkenberg ha parlato dei track limits, protagonisti nella qualifica in Austria.

Le qualifiche del GP d’Austria hanno risollevato le discussioni sui limiti di pista e sui tempi cancellati. Abbiamo visto infatti moltissimi giri resi invalidi dalla FIA a causa dei track limits. Sergio Perez e George Russell, ad esempio, sono rimasti esclusi dal Q3 proprio perchè si sono visti cancellare il tempo fatto in Q2. Già in passato si era parlato molto di questo argomento qui in Austria e anche questa volta la situazione non è diversa. Sono stati ben 47 i giri cancellati! Anche Nico Hulkenberg, autore di una splendida ottava posizione, ha espresso la sua opinione sui track limits presenti qui in Austria.

hulkenberg track limits Austria, Nico Hulkenberg, Haas F1 Team, Haas, qualifiche Austria, sprint race austria
Nico Hulkenberg in azione in Austria – Credits: Andy Hone / LAT Images

Intervistato dopo la qualifica, Nico Hulkenberg ha commentato: “Ho avuto un giro cancellato in Q1 ed uno in Q2. Sinceramente pensavo di avere margine e sono rimasto sorpreso quando me l’hanno comunicato. Successivamente ho provato a fare molta più attenzione ma è molto facile andare larghi. In curva 9 arrivi a 290 km/h e sei al limite con la macchina. Il margine è davvero sottile ed è facilissimo superarlo”. Il tedesco ha poi spiegato che anche la pista invita i piloti ad esagerare. “Qui i cordoli sono troppo scorrevoli, è facile andarci sopra. Anche lo scorso anno abbiamo visto questa situazione”. 


Leggi anche: F1 | GP Austria – Leclerc a un passo dalla pole: “Non ci aspettavamo di essere così vicini alla Red Bull!”


Ma ai piloti piace questa regola? Il pilota Haas risponde: Alla fine è la stessa per tutti. Sicuramente non è bello da vedere in TV e per lo show. Crea confusione. Però ne abbiamo parlato ieri con Niels [Wittich n.d.r] e penso che dovremo discuterne ancora. Sarà un buono spunto di dialogo ed un argomento per il futuro“.
Infine Nico Hulkenberg si è espresso anche sulla possibilità che questa regola venga cambiata in vista della qualifica sprint di domani qui in Austria. “Sinceramente ne dubito. Diciamo che oggi abbiamo toccato tutti il piatto bollente e ci siamo scottati le mani. Domani saremo più disciplinati.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter