F1 AnalisiFormula 1

F1 | GP Bahrain – Analisi simulazione passo gara FP2: Equilibrio in vista della gara

Vediamo insieme come si sono comportate le monoposto nell’analisi della simulazione di passo gara durante le FP2 del GP del Bahrain.

La sessione del pomeriggio ha permesso di capire quelle che sono le prestazioni delle squadre in vista del primo GP stagionale. Il lavoro delle squadre si è alternato nelle varie simulazioni di passo gara e di qualifica. Dopo aver impiegato la prima mezz’ora nella simulazione del giro veloce in vista della qualifica di domani, lasciando spazio alla preparazione della gara negli ultimi 30 min. Vediamo in questa analisi come si sono comportate le varie monoposto nella simulazione di passo gara durante le FP2 del GP del Bahrain.

analisi simulazione gara bahrain FP2
Una buona Ferrari nella simulazione passo gara

Le simulazioni di passo gara hanno messo in mostra una situazione piuttosto equilibrata, con diverse vetture potenzialmente impegnate nella lotta per la vittoria. Gran parte dei piloti si è dedicata alla simulazione del passo con la mescola C3, la più papabile per la partenza del GP di sabato. I carichi di carburante, ovviamente, non sono noti, ma sembra che alcune squadre potrebbero aver fatto delle simulazioni con più kg di benzina. Oltre a questo, anche le impostazioni di potenza potrebbero essere nettamente differenti con la SF-24 leggermente sottotono.


Leggi anche: F1 | Vasseur prende posizione sul dibattito Red Bull – VCARB


Dall’analisi della simulazione possiamo capire che le vetture sono tutte vicine, con distacchi molto contenuti tra le varie scuderie. Il tempo di attacco di tutti è stato più o meno simile, attorno al 1:36 alto. Dal giro di inizio alla conclusione dello stint, le vetture non hanno perso prestazioni improvvisamente, ma in modo costante. Questo è segno che le varie squadre sono riuscite a capire le gomme e a farle funzionare nella giusta finestra operativa.

analisi simulazione gara bahrain FP2
Simulazione corta ma con buoni riscontri

Tra tutte la Red Bull rimane ancora il riferimento ma con un distacco che sembra essere molto contenuto. Nel confronto diretto tra Ferrari e Mercedes, sembra che la RB20 sia più veloce di 3 decimi al giro. Tuttavia, questo dato è da prendere con le pinze visto che non sappiamo, come detto prima, mappature e carichi benzina. Molto buona la prestazione della McLaren che si candida alla lotta insieme a Ferrari e Mercedes. Osservando il grafico possiamo anche capire che i piloti hanno fatto un giro nettamente più lento per far respirare le gomme per capire la vera vita della gomma. Un tentativo che ha dato i suoi frutti, visto che nel giro successivo i tempi sono scesi. Tutti dati che potrebbero far pensare ad una gara molto tirata e con diversi piloti a contendersi la vittoria, un fatto totalmente inaspettato fino a una settimana fa.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter