Formula 1Interviste F1

F1 | GP Bahrain, Leclerc e i dubbi sul potere della Red Bull

Durante le FP2 del GP del Bahrain, Leclerc non è andato oltre il nono tempo anche a causa delle strategie differenziate, ma anche la Red Bull non ha brillato

Charles Leclerc con la Ferrari ha chiuso le FP2 del GP del Bahrain con il nono tempo, ma questo non sembra essere eccessivamente indicativo considerando anche il sesto tempo della Red Bull di Verstappen. Nella seconda sessione di prove libere sono state le due Mercedes di Lewis Hamilton e George Russell a segnare i tempi più veloci.

Tutte le scuderie stanno ancora valutando assetti e fanno prove: per questo motivo i risultati del giovedì di Sakhir non vanno presi alla lettera. La nota positiva, comunque, è sicuramente il fatto che i tempi di tutti sono stati molto simili e sembrano presagire una lotta serrata, soprattutto per la conquista della pole.

gp bahrain leclerc red bull
@ Jacopo Moretti per F1ingenerale

Anche sul passo gara, comunque, le prestazioni sono risultate essere molto equilibrate. Bisognerà aspettare il venerdì nel deserto per capire ancora meglio come le squadre hanno lavorato e con continuano a valutare le prestazioni in pista.


Leggi anche: F1 | È ancora Horner-gate: le ultime news dal nostro inviato in Bahrain


Leclerc, comunque, ha commentato le prestazioni delle due sessioni di prove libere in modo abbastanza positivo. “Mi avrebbe sorpreso se non fosse andata come abbiamo visto e se ci fosse stata battaglia.  Mi aspettavo di essere lì con tutti gli altri in prestazioni abbastanza equilibrate. L’unico dubbio riguarda la Red Bull e quanto saranno davanti rispetto agli altri. Ma la lotta ad armi pari con gli altri me l’aspettavo”.

La stagione è appena iniziata quindi è anche difficile parlare delle prestazioni. Siamo solo all’inizio e dobbiamo essere cauti anche per cercare di capire cosa succederà. È stato comunque bello salire in macchina e iniziare a valutare come si comporta messa a paragone con le altre monoposto. Possiamo migliorare ancora tanto, ma domani vedremo cosa succederà” conclude poi il monegasco della Ferrari.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter