Formula 1Risultati

F1 | GP Baku – Sintesi FP1: Verstappen è il più veloce, Leclerc P2 a soli 37 millesimi

 

Terzo Perez e quarto Sainz. La Red Bull è ancora velocissima, ma la Ferrari è in grande forma. Mercedes fuori dalla top 10.

Dopo tre settimane di pausa, la Formula 1 torna in pista a Baku per le prime e uniche prove libere del weekend. Il format rivisitato proposto in Azerbaijan, infatti, non prevede FP2 e FP3, che verranno invece sosituite dalle qualifiche, oggi pomeriggio, nella classica distribuzione di Q1, Q2 e Q3 e lo Sprint Shootout, una versione accorciata della sessione di prove cronometrate che determinerà la griglia di partenza della Sprint. Per team e piloti, quindi, le FP1 saranno una corsa contro il tempo visto che avranno a disposizione solo 60 minuti per raccogliere tutti i dati necessari per il fine settimana azero. Poco tempo anche per provare le novità tecniche introdotte da molti team grazie alla lunga pausa per cercare di arginare almeno in parte il dominio Red Bull.

Il circuito di Baku, Azerbaijan, prima delle Fp1 di venerdì © Pirelli
Il circuito di Baku, Azerbaijan, prima delle Fp1 di venerdì © LAT Images, Source: Pirelli Newsroom

Primi 30 minuti delle FP1 di Baku

La sessione parte subito con le prove di partenza per la Red Bull di Verstappen e tutti i piloti che scendono in pista al più presto. Norris è il primo ad andare lungo in curva 1, ma grazie alla via di fuga non ci sono danni. Russell si lamenta della pista scivolosa, mentre Hamilton dei freni. Il sette volte campione del mondo ritorna ai box e l’altro inglese lo segue poco dopo. Non un bell’inizio in casa Mercedes.

Intanto in pista le Red Bull sono già in vetta alla classifica. Tsunoda si gira e viene esposta la doppia bandiera gialla. Il giapponese ha una foratura alla posteriore destra.

Tsunoda ha una foratura alla posteriore destra © F1, Source: F1 Live Timing
Tsunoda ha una foratura alla posteriore destra © F1, Source: F1 Live Timing

Hamilton torna in pista, Leclerc è terzo con 1:44.605. Ma Gasly ha problemi: fiamme dal posteriore, sembra un principio di incendio. Il francese si ferma in pista e la monoposto Alpine prende fuoco. I marshal sono costretti a intervenire e sarà difficile sistemare la macchina in tempo per le qualifiche di oggi pomeriggio. Bandiera rossa e sessione interrotta.

La monoposto di Gasly durante le libere di Baku © F1, Source: F1 Live Timing
La monoposto di Gasly durante le libere di Baku © F1, Source: F1 Live Timing

Ultimi 30 minuti delle FP1 di Baku

L’attività in pista riprende e i piloti hanno fretta di ricominciare a girare. Verstappen continua a imporsi in 1:43.834 con gomma media. Perez è secondo poco lontano. Leclerc, Stroll e Sainz completano la top5. L’Alpine conferma le cause dei problemi di Gasly.

A parte l’ormai nota superiorità Red Bull, è difficile fare pronostici viste le diverse scelte dei team nel condurre gli unici 60 minuti di prova del weekend. DeVries sale in quarta piazza, in una pista mai affrontata, in 1:44.866. Stroll gli sfila la posizione, mettendosi a +0.814 da Leclerc. Il monegasco è l’unico tra i primi sette a girare con gomma hard e la Ferrari sembra più competitiva che nello scorso GP.

La Rossa numero 16 va lunga in curva 7, ma non ci sono danni. Sainz si migliora e batte il compagno, sempre su gomma hard. In Alpine fanno rientrare Ocon per sospetti problemi al posteriore. Anche Leclerc rientra ai box dopo il bloccaggio che lo ha fatto uscire di pista.

Leclerc esce di pista durante le FP1 di Baku © F1, Source: F1TV
Leclerc esce di pista durante le FP1 di Baku © DAZN F1, Source: Twitter

 

Stroll si lancia e fa il secondo tempo, dimostrando ancora una volta la velocità del team Aston Martin. Alonso, però, viene richiamato ai box per problemi al DRS. Intanto il lavoro in pista continua, in McLaren hanno portato grossi aggiornamenti e Norris sembra più vicino alla top 10. In Mercedes, invece, sembrano fare un po’ di fatica con i loro piloti in P8 e P9.

A 12 minuti dalla fine cominciano a vedersi le gomme rosse e le simulazioni di qualifica. Piastri si lancia subito e si mette settimo. Albon sale in seconda posizione, a soli +0.586 da Verstappen. Perez migliora il giro del compagno e si prende la vetta della classifica in 1:42.651. Leclerc esce di pista in curva 2 e provoca una bandiera gialla. Nessun bloccaggio quindi il monegasco riesce a salvare la gomme. Anche Sargeant è costretto a rientrare ai box.

Sainz sale in terza posizione in 1:43.010. Resta secondo invece Verstappen. Leclerc si lancia e il primo settore è fucsia. Il monegasco si migliora ancora e si piazza secondo a soli +0.093 da Perez. Norris sale in quinta, 1:43.125, DeVries è sesto. Nessuna traccia delle Mercedes in top 5, ma Hamilton sta girando ancora con gomma media e si rifiuta di effettuare il pit stop.

Hamilton nono nelle FP1 a Baku © F1TV, Source: Twitter @vivof1
Hamilton nono nelle FP1 a Baku © F1TV, Source: Twitter @vivof1

Si rilancia Leclerc e si prende incredibilmente la vetta della classifica senza scia: 1:42.352 per una Ferrari in grande forma. Verstappen prova a rispondere e riesce a sfilare la prima piazza a Leclerc con soli 37 millesimi di differenza. Terzo Perez, quarto Sainz. Di seguito la classifica completa.

La classifica al termine delle Fp1 di Baku © F1, Source: F1 Live Timing
La classifica al termine delle Fp1 di Baku © F1, Source: F1 Live Timing

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter