Formula 1

F1 | GP Giappone – Il commento di Minardi: “C’è ancora molto nervosismo”

Gian Carlo Minardi fornisce la sua personalissima anteprima sul GP del Giappone, quarto round del mondiale di F1.

Il circus lascia l’Australia e approda a Suzuka, circuito che ospiterà il GP del Giappone, quarto round del mondiale di F1. 

La pista del Sol Levante sarà il primo vero banco di prova in termini di valori in pista e ci restituirà un quadro più completo di quello visto sinora.

Suzuka è una pista tanto storica quanto impegnativa soprattutto in caso di pioggia, commenta Gian Carlo Minardi.

Minardi F1 GP Giappone
Il commento di Minardi al GP del Giappone di F1. Credits: ACI Sport

Sia per le forze laterali che per le frenate le gomme sono messe a dura prova e la Pirelli ha portato le stesse mescole usate in Bahrein“.

Quanto ai team, secondo Minardi sarà la sola Alpine a portare sostanziali novità in vettura, con le altre squadre che attenderanno l’inizio della stagione europea.

Non mi aspetto grandi modifiche da parte dei team, che a quanto dicono sono stati programmati per il Gran Premio di Imola. Probabilmente solamente l’Alpine farà l’eccezione in quanto deve cercare di uscire dall’anonimato“.

Minardi: “Con rammarico apprendo che c’è ancora nervosismo”

Il fondatore della storica scuderia faentina ha poi confermato che nel Paddock si respira ancora del nervosismo. Verosimile, infatti, che gli strascichi del caso Horner non siano ancora del tutto smaltiti.

Con rammarico apprendo che c’è ancora molto nervosismo che poco c’entra con lo sport. Come successo quindici giorni fa a Melbourne, sia la pista a far parlare“.

E proprio con riguardo alla pista, Minardi ritiene che Ferrari dovrà guardarsi le spalle da McLaren.

Dopo il ritiro in Australia, Red Bull le Verstappen cercheranno il pronto riscatto sui diretti avversari della Ferrari, che dovranno stare attenti al duo-McLaren. In questo momento la Mercedes è più in difficoltà. I pronostici potrebbero venire ribaltati in caso di pioggia. In tal caso il pilota potrebbe fare la differenza“.


Leggi anche: F1 | Sainz, idee chiare: aggiornamenti e gap da Red Bull: “Ecco cosa ci serve”


Un ultimo commento sul caso Williams. La scuderia di Groove in Australia ha corso con una sola vettura e anche in Giappone Sargeant utilizzerà un telaio riparato.

Oltre all’Alpine, questo inizio di stagione ci ha consegnato una Williams in difficoltà e in netto ritardo coi pezzi di ricambio tant’è che non sono stati in grado di assemblare la terza vettura. E’ un vero peccato assistere a questi problemi, soprattutto quando sono legati ad un nome e una scuderia così blasonata“.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter