Analisi Telemetria F1F1 AnalisiFormula 1

F1 | GP Miami – Analisi velocità massime: Stroll il più veloce

Ecco l’analisi delle top speed raggiunte in gara sul tracciato di Miami.

La seconda edizione del GP di Miami si è conclusa con la vittoria di Max Verstappen, autore di una grande rimonta partendo dalla nona posizione. Dietro di lui il compagno di squadra Sergio Perez e Fernando Alonso. In questo articolo andiamo a scoprire le velocità massime raggiunte dalle monoposto di F1 sullo speed trap di Miami, situato prima della staccata di curva 17. Tutti i dati vengono dai risultati ufficiali riportati sul sito della FIA.

F1 velocità massime Miami, top speed, speed trap
Velocità massime sullo speed trap di Miami – Immagine: F1inGenerale.com

La velocità di punta più elevata durante la gara sul circuito della Florida è stata di 348 km/h, fatta registrare da Lance Stroll. Il pilota canadese, nel finale di gara, è riuscito a sfruttare al meglio il DRS e la macchina scarica di benzina così da far registrare la top speed più alta. Interessante vedere come sia superiore di ben 21 km/h a quella del compagno di squadra Alonso. Il pilota spagnolo tuttavia non ha avuto la possibilità di utilizzare il DRS a fine gara nella zona dello speed trap. Questo ci da un’idea di quanto effetto abbia il peso del carburante sulle velocità massime raggiungibili da una monoposto di F1, non solo a Miami ma in qualsiasi tracciato. Molto veloci anche l’Alfa Romeo di Zhou, motorizzata Ferrari, e l’AlphaTauri di Tsunoda, entrambe sopra i 342 km/h.


Leggi anche: F1 | Un esausto Leclerc e il calvario di Miami: “La finestra è davvero piccola, in gara devi accettare e subire”


La Red Bull di Verstappen si conferma molto veloce con i suoi 341.4 km/h di velocità di punta. Velocità che è di ben 18 km/h superiore a quella del compagno Perez che non ha mai potuto utilizzare il DRS nella zona dello speed trap in quanto Verstappen, una volta effettuato il sorpasso, si è messo subito sopra il secondo di distacco.

Non male anche la Ferrari con Leclerc e Sainz che segnano una top speed di 338 km/h e si portano più in alto in classifica rispetto a quanto visto a Baku. In alto in classifica anche le Haas, sintomo della bontà della PU Ferrari, che in gara si sono dimostrate un avversario ostico da superare complice anche la buona accelerazione in uscita dalle curve. Il centro classifica è comunque molto compatto con Ferrari, Mercedes ed Alpine che hanno raggiunto velocità massime molto simili. Un pochino più indietro invece la McLaren che sembra generare più drag rispetto agli avversari. Il problema infatti non sembra essere il propulsore Mercedes visto che sia le W14 che l’AMR23 di Stroll sono più rapide sul dritto. A chiudere la classifica troviamo la Williams di Sargeant e l’AlphaTauri di De Vries rispettivamente a 323.8 e 321.3 km/h. Probabilmente, cosi come Perez, anche loro non hanno mai avuto la possibilità di utilizzare il DRS prima di curva 17 a macchina scarica.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter