Formula 1News Formula 1

F1 | GP Miami: ecco cosa può fare Leclerc in partenza per superare Verstappen

Analizzando la partenza della Sprint del sabato di Miami vediamo cosa può inventarsi Leclerc per sopravanzare Verstappen al via.

Dopo la gara Sprint del sabato di Miami, analizziamo cosa può provare in partenza Leclerc per sopravanzare Max Verstappen, che partirà dalla pole position.

Lo scatto dai semafori

GP Miami F1 partenza Leclerc Verstappen
Nonostante una buona partenza, nella sprint Leclerc non è riuscito ad affiancarsi a sufficienza a Verstappen – Foto: F1

Già nella partenza di ieri, Charles Leclerc è riuscito a guadagnare qualcosa nei confronti di Verstappen grazie ad un buono stacco frizione ma non è bastato. Anche Verstappen parte bene e lo slancio del monegasco non è sufficiente ad affiancare la sua Ferrari alla Red Bull. Verstappen a questo punto inizia a chiudere sempre di più spingendo Leclerc verso il muro, che alza il piede.


Leggi anche: Qualifiche Miami: McLaren e Mercedes, il disperato tentativo con gomme medie non paga


Per avere una chance in gara, lo stacco frizione del numero 16 dovrà essere perfetto, ma salvo incertezze in partenza di Verstappen, potrebbe comunque non essere sufficiente. La prima curva arriva infatti subito e il tempo per guadagnare in accelerazione è molto ristretto. Ricordiamo inoltre che Leclerc partirà dal lato sporco, ma all’interno rispetto a curva 1.

La prima staccata e curva 1

GP Miami F1 partenza Leclerc Verstappen
La staccata di curva 1 rappresenta un’altra occasione: Leclerc partirà infatti dall’interno – Foto: F1

Il secondo punto cruciale per avere un’opportunità di superare l’olandese è la prima curva. Molto stretta, sarà per lui fondamentale evitare contatti o incertezze in frenata. Chi parte secondo ha il beneficio dell’interno, ma la curva la traiettoria interna obbliga a percorrerla più piano se si vogliono evitare contatti.

Nel resto del primo giro i punti di sorpasso sono esigui, contando anche l’assenza del DRS. Per Leclerc sarà fondamentale riuscire a restare sotto il secondo per utilizzare l’ala mobile, mentre Verstappen dovrà scappare per aprire il gap già dalle prime fasi.

Foto di copertina: F1

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter