A TCFormula 1

F1 | GP USA 2022 – Classifica piloti e costruttori: Leclerc riscavalca Perez e torna secondo – Round 19/22

Archiviato il diciannovesimo appuntamento della stagione 2022, ecco la classifica piloti e costruttori dopo il GP degli USA di F1 disputatosi sul circuito di Austin.

Come di consueto, andiamo a scoprire come si aggiornano la classifica piloti e quella costruttori di F1 dopo l’ultima gara, il GP degli USA 2022, corsosi sul tracciato di Austin.

Classifica piloti dopo il GP degli USA 2022

Neanche le Safety Car e i problemi al pit stop riescono a fermare Max Verstappen. Ad Austin, il due volte campione del mondo ha conquistato il tredicesimo trionfo stagionale sulle 19 gare finora corse. Il record di vittorie stagionali di Michael Schumacher del 2004 e di Sebastian Vettel del 2013 è quindi eguagliato ed è molto facile che venga abbattuto, visto che restano ancora tre gare da disputarsi per terminare la stagione 2022.

In Texas, stava per concretizzarsi la grande giornata di Lewis Hamilton, ad un passo dal suo primo successo stagionale. Ma a 5 giri dalla fine, il 7 volte campione del mondo nulla ha potuto contro la rimonta di gran carriera di Verstappen. Con il secondo posto finale, il fenomeno di Stevenage rientra nella lotta per il quarto posto nella classifica piloti.

Anche perché i suoi contendenti sono venuti a contatto alla prima curva. Ad avere la peggio è stato il poleman, Carlos Sainz, incolpevolmente speronato da George Russell e costretto immediatamente al ritiro per i danni riportati dalla sua F1-75. L’inglese ha invece terminato la corsa in P5, mantenendo così la quarta piazza in classifica.

Un altro grande protagonista della domenica americana è stato senza dubbio il pilota che ha completato il podio, ossia Charles Leclerc. Rabbiosa la rimonta del ferrarista dalla P12, impreziosita da un maestoso sorpasso su Sergio Perez, che rientra di diritto fra i più belli del 2022. Con il terzo posto conquistato sotto la bandiera a scacchi, il monegasco scavalca nuovamente il messicano in graduatoria e si riprende la piazza d’onore con due punti di vantaggio. Dopo un periodo sfortunato, Charles è riuscito quantomeno a trovare un minimo di continuità. Per lui si tratta infatti del quinto podio consecutivo.

Classifica Piloti dopo iL GP degli stati uniti USA 2022 noresize

Classifica Piloti

Classifica costruttori dopo il GP degli USA 2022

In Texas, la Red Bull ha suggellato una stagione da record, conquistando matematicamente il titolo costruttori per la quinta volta nella sua storia. Un alloro che alla scuderia anglo-austriaca mancava dal 2013 e che è stato ovviamente dedicato a Dietrich Mateschitz, il fondatore del marchio, scomparso due giorni orsono.

Con l’ottimo risultato di squadra, la Mercedes rosicchia un bel po’ di punti alla Ferrari, che ha fatto segnare punti con il solo Leclerc. La scuderia di Maranello vede così ridursi il vantaggio a 53 punti.

Alle spalle dei top team, è successo davvero di tutto. Ad emergere è il solito Lando Norris, sesto al traguardo, che permette alla McLaren di riportarsi a soli 6 punti dall’Alpine. Fernando Alonso, dopo il pauroso incidente con Stroll, era riuscito nell’impresa di risalire fino alla P7, ma al termine della gara ha ricevuto una penalità di 30 secondi ed è così precipitato fuori dalla zona punti. Tra quelli che ne hanno approfittato c’è proprio il suo compagno di squadra, Esteban Ocon, che sale così in P10 e rientra così lui in zona punti.

L’Aston Martin avrebbe potuto lasciare Austin con un bottino piuttosto corposo. La vettura di Silverstone era la quarta forza per performance al Circuit of The Americas: davvero un ottimo progresso se si pensa che, ad inizio stagione, la AMR22 era probabilmente la vettura peggiore del lotto, fatta eccezione per la Williams.

Poi però il contatto fra Alonso e Lance Stroll ed il conseguente ritiro del canadese ha parzialmente rovinato i piani. Sebastian Vettel era lanciato verso la sesta posizione, quando un secondo pit stop disastroso lo ha fatto scivolare nelle retrovie. Una volta montate le gomme nuove però, il quattro volte campione del mondo ha iniziato a volare e, superando un avversario dopo l’altro, ha tagliato il traguardo in P8, poi diventata P7 con la penalità di Alonso.

Restano comunque punti importantissimi per il team quelli messi in saccoccia dal tedesco. La rincorsa dell’Aston Martin verso il sesto posto dell’Alfa Romeo è infatti quasi giunta al termine. Soltanto una lunghezza separa ora i due team.

Il duello all’ultimo giro fra l’ex ferrarista e Kevin Magnussen è stato davvero entusiasmante. Alla fine, il danese ha dovuto cedere il passo, ma ha comunque interrotto il digiuno della Haas proprio gara di casa del team. Punti che tra l’altro permettono alla scuderia americana di staccare momentaneamente l’AlphaTauri e di tornare in P8. Anche la scuderia italiana è comunque riuscita a fare qualche passo in avanti in classifica, grazie al nono posto finale di Yuki Tsunoda.

Classifica costruttori dopo il GP degli stati uniti 2022 team classifica ultimo GP F1 noresize

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter