Formula 1

F1 | Haas pronta a offrire un sedile a Bearman per il 2025, ma c’è un ostacolo

L’impressionante prestazione di Oliver Bearman al GP dell’Arabia Saudita potrebbe portarlo in F1 a tempo pieno nel 2025, ma non è così scontato.

Oliver Bearman merita un posto in F1 a tempo pieno, e potrebbe averlo già nel 2025. Tuttavia, niente è così scontato per la promessa della Ferrari Driver Academy.

Il giovane pilota britannico, classe 2005, ha sostituito Carlos Sainz nel sabato e nella domenica del GP dell’Arabia Saudita, dato che lo spagnolo si è sottoposto a un intervento di appendicite. Nonostante abbia avuto a disposizione una sola ora di prove libere in una pista già insidiosa di suo come Jeddah, Bearman se l’è cavata egregiamente.

F2 F3 Orari australia
Dopo l’apparizione in Ferrari nel GP di Jeddah, in Australia tornerà Oliver Bearman? – Foto: PREMA

Dall’undicesimo posto sulla griglia di partenza, il pilota di Formula 2 ha lottato come un leoncino in pista, avanzando gradualmente fino a tagliare il traguardo in settima posizione.

Non è la prima volta che Bearman si mette alla guida di una monoposto di Formula 1 – lo scorso anno aveva completato alcuni giri di FP1 per il team Haas. Tuttavia è la prima volta che il diciottenne disputa un’intera gara nella massima categoria.

“Incredibile”, così il team principal Haas, Ayao Komatsu, ha descritto la performance di Bearman. “Questa pista non è la più semplice da cui partire con le FP3. Quindi sono molto felice per lui; è impressionante.”

Il giapponese sa che la giovane stella della Ferrari Driver Academy merita una possibilità in F1, magari proprio con il team Haas, ma sottolinea che sarebbe ingiusto nei confronti dei suoi attuali piloti.

“Si merita una possibilità l’anno prossimo? Sì”, ha risposto Komatsu. “Penalità a parte, Kev [Magnussen, ndr] è stato fantastico oggi. Anche Nico [Hulkenberg] si è comportato bene. Quindi come posso sedermi qui e dire: [Bearman è] ‘il nostro pilota per il prossimo anno’? Sulla base della prestazione di oggi, si tratta di Nico e Kevin.”

Komatsu ha evidenziato i punti di forza di Oliver Bearman“Quando l’abbiamo testato nelle FP1 in Messico e ad Abu Dhabi, è apparso subito chiaro a me e alla maggior parte di noi che è qualcosa di speciale. Non è solo la velocità. È il pacchetto completo. Comprende gli obiettivi. Anche durante una corsa, è in grado di assorbire le informazioni del giro precedente e quindi apportare piccole modifiche per fare quello successivo in tempi migliori. Ha dimostrato subito maturità, come se lo facesse già da qualche anno”.

Oliver Bearman tornerà regolarmente a correre in F2 nel GP d’Australia. Allo stesso tempo, Carlos Sainz dovrebbe riprendere il suo posto in Ferrari, dopo l’operazione di appendicite.

Crediti immagine di copertina: Scuderia Ferrari

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter