Formula 1Interviste F1

F1 | Hamilton-Ferrari, spunta un nuovo retroscena: nelle trattative ha giocato un fattore cruciale

Lewis Hamilton ha rivelato un nuovo retroscena nelle trattative con la Ferrari, e c’è un tema a lui caro che lo ha spinto ad unirsi a Maranello.

A oltre tre settimane dall’annuncio di Lewis Hamilton in Ferrari nel 2025, l’argomento continua ad essere “caldo.”

Dopo undici anni, il sette volte campione del mondo ha preso la decisione (la più difficile della sua vita, come lui stesso ha ammesso) di lasciare la Mercedes per iniziare una nuova avventura in Rosso.

Credits photo: @Roscoe su Twitter / Lewis Hamilton

Probabilmente il Sir concluderà la sua carriera a Maranello, chi può dirlo. Lasciamo dunque spazio alle speculazioni.

C’è però un fattore cruciale che ha spinto Hamilton ad abbandonare il suo porto sicuro, un team con cui ha vinto otto titoli costruttori e sei mondiali (il primo fu con la McLaren).

Oltre ad ammettere che il passaggio alla Ferrari non sarebbe stato possibile senza Fred Vasseur, il britannico ha ammesso di essere orgoglioso per ciò che ha realizzato con le Frecce d’Argento.

Il pilota si riferisce al fatto di aver creato un clima più inclusivo all’interno del team. Ora, Lewis vuole far sì che questa tematica, a lui molto cara da sempre, diventi una priorità anche in quel di Maranello.

Lewis Hamilton e l’importanza di Mission 44

“Noi [come Mercedes, ndr] siamo davanti a ogni altro team in questo senso. C’è ancora tanto lavoro da fare in questo sport. E’ qualcosa di cui parlo costantemente con Stefano [Domenicali, CEO della F1] e cerco di lavorare di più con la Formula 1.”, ha rivelato alla stampa, in occasione delle tre giornate di test in Bahrain.

Dalla sua fondazione, nel dicembre 2021, Mission 44 ha raccolto donazioni per 11,2 milioni di sterline; solo 7 milioni sono stati stanziati dallo stesso Hamilton. Lo scopo è raggiungere i 20 milioni di sterline.

Nel suo primo anno, l’organizzazione benefica ha assegnato sovvenzioni a 18 istituzioni per sostenere i vari sforzi a favore della diversità nel campo dell’istruzione e dell’occupazione nel Regno Unito. Nello stesso tempo, Mission 44 ha continuato ad espandere la propria presenza in Sud Africa, Stati Uniti e Brasile.

Crediti immagine di copertina: IMAGO NurPhoto

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter