Formula 1Interviste F1

F1 | I nuovi regolamenti non funzionano, Perez: “Situazione peggiorata quando segui altre macchine”

Sergio Perez è convinto che l’attuale evoluzione delle monoposto abbia reso inutili le modifiche introdotte dai nuovi regolamenti nel 2022.

Gli ultimi sviluppi delle monoposto rendono di nuovo difficile seguire un’altra macchina. Questo almeno è il pensiero di Sergio Perez che è convinto che l’effetto cercato dai nuovi regolamenti stia un po’ venendo meno.

nuovi regolamenti 2022 sergio perez red bull rb20 gp bahrain arabia saudita jeddah 2024 ferrari sainz leclerc sf-24
Sergio Perez davanti alla due Ferrari in Bahrain © Red Bull Content Pool

Durante le interviste in Arabia Saubita, il messicano ha evidenziato come la situazione stia tornando ad essere problematica. Con la nuova generazione di monoposto si era riusciti a ridurre notevolmente l’effetto “aria sporca” ma ora, dopo due anni di sviluppo, sembra che le vetture stiano tornando ad essere più complesse aerodinamicamente. Questo dunque rende complicato per chi segue stare vicino alla macchina davanti.

“Sì, credo che la situazione sia peggiorata quando sei dietro ad altre monoposto. In Bahrain, se non ti qualifichi in prima fila, la situazione è complessa” ha sottolineato Perez.

“Sarà interessante vedere quali condizioni troveremo a Jeddah. Credo che la situazione, quando segui una macchina e hai aria sporca, sia simile a quella che abbiamo vissuto nel 2021. Ci stiamo avvicinando a quei livelli”.


Leggi anche: F1 | Leclerc su Verstappen: “Senza la Red Bull non so cosa farebbe ma anche viceversa”


Nonostante le difficoltà in aria sporca, e la perdita di efficacia dei nuovi regolamenti, Perez è riuscito a rimontare dal quinto al secondo posto in Bahrain.

Tuttavia, come l’anno scorso, il messicano ha sottolineato come anche la RB20 non vada a sposarsi perfettamente con il suo stile di guida. Fin dai test infatti abbiamo visto Perez essere più in difficoltà nella gestione della monoposto rispetto a Verstappen.

“Al momento direi che la macchina non è comodissima per me. Non è come la preferirei. La capisco però molto meglio rispetto a quanto accadeva con la RB19“.

“Credo che come team stiamo capendo meglio come massimizzare la performance ed estrarre il meglio dalla vettura. Credo che questo sia un buon punto di partenza per noi”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Copertina © Red Bull Content Pool