Formula 1

F1 | Il pronostico del Direttore: chi vincerà in Cina?

Tutto pronto a Shanghai per il quinto appuntamento stagionale del Mondiale di Formula Uno. Quinto episodio della rubrica “il pronostico del Direttore” che ci dirà chi vincerà in Cina. Indovinerà?

Quinto appuntamento del Mondiale di F1 che ritorna in Cina dopo la pandemia e un’assenza lunga 5 anni. Sulla pista di Shanghai è andata in scena la prima gara sprint della stagione, vinta, neanche a dirlo, da Max Verstappen che, non contento, ha anche conquistato la pole position per domani. Ora, rispondere alla domanda “chi vincerà in Cina?” non dovrebbe essere impresa epica, ma…

SHANGHAI, CHINA – APRIL 19: Sergio Perez of Mexico driving the (11) Oracle Red Bull Racing RB20 on track during practice ahead of the F1 Grand Prix of China at Shanghai International Circuit on April 19, 2024 in Shanghai, China. (Photo by Lars Baron/Getty Images) // Getty Images / Red Bull Content Pool // SI202404190059 // Usage for editorial use only //

Vorrei mettere molti ma…ma credo che ben difficilmente ne troverò uno valido e attendibile per non indicare l’olandese come l’unico grande favorito della gara di domani. Parte davanti a tutti, con l’ormai fido scudiero Perez a coprirgli le spalle. Come potrebbe perdere la corsa? Problema tecnico? Dubito.


Dopo la parentesi rossa in Australia, la Red Bull ha dato una bella dimostrazione di forza in Giappone ed era prevedibile. In gara la Ferrari è vicina e questo è un altro dato abbastanza acclarato ormai. Tuttavia, la posizione non felice in griglia costringerà Sainz e Leclerc a una rincorsa che ben difficilmente, credo, potrà andare oltre il terzo posto.

Siamo tutti in attesa di Imola, a Maranello in primis, per contrastare davvero la Red Bull. Oggi bisogna consolidare il secondo posto dalle minacce targate McLaren e Aston Martin di Alonso.


Leggi anche: Classifica piloti e costruttori di F1 aggiornata alla Sprint del GP Cina


Lo sviluppo della corsa credo sia abbastanza prevedibile. Verstappen vola in testa alla prima curva, con il compagno messicano a mettersi alle sue spalle. Poi ci sarà la gara nella gara per il terzo e ultimo gradino del podio. E qui, credo che la Ferrari possa ritagliarsi, con entrambi i piloti, un posto da protagonista. Leclerc, partirà sesto davanti a Sainz. In pista dovranno per forza cercare dei sorpassi, per poi sfruttare al meglio una vettura che degrada le gomme meno degli altri. Avere un set di medie nuove, potrà essere poi un’ulteriore carta da giocare.

Certo, McLaren non resterà a guardare e Alonso è sempre cliente difficile, lo abbiamo visto nella Sprint, da passare in pista. Non essendoci l’incognita meteo, forse l’unico parametro che potrebbe sparigliare le carte sembra essere l’ormai famigerato bitume con cui è stato “ricoperto” l’asfalto. Con il progredire della gara e il miglioramento della pista, quale scuderia potrebbe trarre maggior vantaggio nella tenuta gomma?


Io credo che la Red Bull non abbia problemi a fare doppietta, mentre la Rossa, con qualche preoccupazione in più, dovrebbe occupare gli altri due posti a seguire, con Leclerc davanti a Sainz. Quindi, vedo le due McLaren e l’Aston di Alonso. Zhou chiuderà nei dieci e farà impazzire il suo pubblico. Questa, forse, è la previsione più azzardata del Gp di Cina. Avessi detto…