Formula 1Interviste F1

F1 | La bordata di un ex ingegnere Ferrari: “Chi ha preso Hamilton al posto di Sainz se ne pentirà a fine anno…”

Un ex ingegnere Ferrari commenta con dure parole la scelta di scaricare Carlos Sainz, che ora è al massimo della forma, per prendere Lewis Hamilton dal 2025.

A più di due mesi dall’annuncio di Lewis Hamilton in Ferrari al posto di Carlos Sainz, ci si continua a chiedere se sia stata o meno la scelta giusta. Le critiche maggiori provengono dalla Spagna, paese natale del pilota #55.

Dopo quattro Gran Premi, il madrileno è più in forma del suo compagno di squadra, Charles Leclerc. Non solo ha vinto una gara, ma tutte le volte è salito a podio. Eppure, la realtà è un’altra: il monegasco è quello ad aver firmato un contratto a tempo indeterminato con la Ferrari. Sainz, invece, è stato scaricato dal team con cui corre dal 2021, ed è alla ricerca di un sedile per il prossimo anno.

sondaggio hamilton sainz ferrari vittoria australia
SONDAGGIO – Dopo la vittoria Ferrari in Australia i Tifosi si dividono: meglio prendere Hamilton o tenere Sainz? – Foto: @F1emportugues via X

Le richieste non mancano: da Mercedes (con cui si dice abbia già trovato un accordo), ad Aston Martin e Red Bull, tutti vogliono il madrileno. In Spagna, però, non risparmiano feroci accuse al trattamento che la Ferrari avrebbe riservato al pilota.

Parole pesanti arrivano da Toni Cuquerella, ex ingegnere della scuderia di Maranello dal 2005 al 2007. “Penso che, togliendo i punti, perché Carlos ha corso una gara in meno, la Ferrari dovrebbe riconsiderare la sua scelta: hanno fatto la cosa giusta o no?” ha dichiarato a DAZN Spagna. “Chiunque abbia preso la decisione se ne pentirà a fine d’anno.”

Il giornalista e commentatore spagnolo Antonio Lobato ha concordato con le parole di Cuquerella, affermando che ora Sainz ha trovato un miglior approccio alla vettura, dopo una stagione altalenante per la Ferrari:

“Da quando la SF24 è arrivata nelle mani degli uomini Ferrari, Carlos si sente molto più a suo agio. Ha molta più fiducia.”

Crediti immagine di copertina: Getty Images

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter