Formula 1

F1 | La classifica dei paperoni: scopri il patrimonio di tutti i Team Principal

Diffusa una speciale graduatoria che classifica il patrimonio di ciascun Team Principal di F1: differenze di oltre 900 milioni.

Team Principal
Alcuni dei team principal di F1 impegnati durante la conferenza stampa: scopri qual è il loro patrimonio. Credits: F1.com

Che fare il pilota di Formula 1 sia piuttosto redditizio ormai si sa. I vari Hamilton, Leclerc e Verstappen hanno ben poco da lamentarsi, infatti, dato che spesso i loro guadagni annuali, anche grazie agli sponsor, si aggirano attorno ai 100 milioni.

Ma i Team Principal? Le responsabilità di essere a capo di una squadra possono essere realmente importanti e spesso si dimentica che dietro a queste figure passa la gestione di gran parte di quello che vediamo in pista.

E così, dall’Inghilterra arriva una speciale graduatoria che classifica i vari numeri uno dei team a seconda del loro patrimonio.

Toto Wolff – Mercedes: 1 miliardo

Entrato ufficialmente nella prestigiosa classifica dei miliardari stilata ogni anno da Forbes, il Team Principal della Mercedes è, di gran lunga, il paperone della F1. L’austriaco è titolare di un terzo della squadra e possiede anche una quota di minoranza in Aston Martin.

Il curriculum di Wolff parla poi da sé. La Mercedes ha ottenuto 114 vittorie e ben otto titoli mondiali sotto la sua gestione.

Christian Horner – Red Bull: 41.4 milioni

Team principal Horner

Al secondo posto, seppur decisamente distante, troviamo lo storico rivale di Wolff, Christian Horner. L’inglese è al comando di Red Bull sin dagli esordi in F1, indirizzando il team a conquistare sei titoli mondiali. Sotto la sua gestione l’Academy di Milton Keynes ha poi coltivato talenti del calibro di Sebastian Vettel e Max Verstappen.


Leggi anche: F1 | I pensieri di Leclerc: restare in Ferrari o puntare al titolo altrove?


Otmar Szafnauer – Alpine: 4.1 milioni

Le cifre calano vertiginosamente quando si raggiunge il gradino più basso del podio, occupato da Otmas Szafnauer. Nonostante un patrimonio di ben 10 volte inferiore a quello del collega Horner, l’attuale Team Principal Alpine non ha di che lamentarsi. Szafnauer ha assunto per la prima volta la guida di una squadra ai tempi della Force India, indirizzandola sino alla trasformazione in Aston Martin prima di trasferirsi ad Enstone.

Franz Tost – AlphaTauri: 4.1 milioni

A capo del team AlphaTauri sin dal 2005, Franz Tost condivide il gradino più basso del podio con Szafnauer. Con i suoi 67 anni, l’austriaco è il Team Principal più anziano attualmente in attività. Ha assunto il suo ruolo quando il gruppo Red Bull scelse di acquistare ciò che rimaneva della Minardi dopo aver trascorso un passato in Williams.

James Vowles – Williams: 4.0 milioni

Vowles Williams

Poco sotto la “quota podio” troviamo James Vowles. L’inglese ha di recente assunto la guida della Williams dopo anni passati alla corte di Brackley. Nonostante l’allontanamento, Toto Wolff ha più volte sottolineato di aspettarsi un ritorno di Vowles in Mercedes, ribadendo che per lui le porte saranno sempre aperte.

Guenther Steiner – Haas: 4.0 milioni

Il team principal altotesino condivide con il collega inglese Vowles la soglia dei 4 milioni. Divenuto ormai una star, specie grazie alle sue apparizioni in “Drive To Survive”, Steiner preferisce mantenere un profilo basso. “Non mi piace guardarmi in TV. Preferisco non vedermi, altrimenti dopo mi tocca avere un’opinione pure su me stesso”.


Leggi anche: F1 | Ferrari – Le novità arrivano già a Baku: fondamentale il lavoro di Leclerc


Alessandro Alunni Bravi – 3.9 milioni

Al comando di Alfa Romeo dopo la dipartita di Vasseur, Alunni Bravi ha spesso evitato il ruolo di Team Principal. Nell’organigramma della squadra, infatti, figura come “rappresentante”.

Con una carriera da avvocato alle spalle, l’italiano ha iniziato la sua esperienza in Sauber nel 2017, prima della doppia promozione a Direttore esecutivo e poi Team Principal.

Frederic Vasseur – Scuderia Ferrari: 2.5 milioni

Il patrimonio del neo Team Principal di casa Ferrari si “ferma” a 2,5 milioni. Il suo nuovo ruolo di prestigio verosimilmente farà impennare i suoi guadagni, con la speranza che riesca a spezzare definitivamente la maledizione che tiene il titolo lontano da Maranello dal lontano 2007. Il francese è già stato a capo di Renault e Alfa Romeo, dove è stato Team Principal di Leclerc.

Andrea Stella – McLaren: 1.2 milioni

Con un lungo passato in Ferrari alle spalle, Andrea Stella ha assunto la guida della McLaren quest’anno. L’italiano ha preso il posto di Andreas Seidl, destinato ad un ruolo di vertice in Audi con l’ingresso in griglia del costruttore a partire dal 2026.

Mike Krack – Aston Martin: 800.000 euro

Il 2023 rappresenta la seconda stagione di Krack alla guida di Aston Martin, rivelatosi grande sorpresa di questo campionato sinora. Da quest’anno l’ingegnere lussemburghese sarà chiamato a gestire Fernando Alonso, approdato da poco in squadra ma già protagonista con la conquista di tre podi consecutivi.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter