A TCFormula 1

F1 | La Ferrari SF-24 convince Vasseur: “Facile da guidare e da sviluppare”

Doppietta Ferrari in Australia che chiude il gap con Red Bull in classifica, Vasseur soddisfatto: “SF-24 facile da guidare e da sviluppare”.

In Australia la Ferrari ha siglato la seconda vittoria dell’era Vasseur, la prima doppietta sotto la guida del TP francese. Con il risultato di Melbourne la SF-24 ha chiuso il gap con RB20 nel mondiale costruttori.

Dalle parti di Milton Keynes ci sarà più di un grattacapo dopo il ritiro di Verstappen ed il quinto posto di Perez a quasi un minuto da Sainz. 

Ferrari SF-24 Australia
Sainz vince con la Ferrari SF-24 in Australia: la soddisfazione di Vasseur. Credits: Ferrari

Non mi concentro sulle prestazioni di Red Bull, ma sulle nostre”, ha spiegato il TP interpellato sul passo falso dei colleghi anglo-austriaci.

“Abbiamo fatto un salto enorme sulla costanza con le varie mescole e tra i diversi stint. L’auto è molto più facile da guidare e da leggere per i piloti, oltre che da sviluppare. Questo è il passo in avanti più grande dall’anno scorso. Non parlerei di un’auto facile da gestire ma, piuttosto, che permette di arrivare prima a un buon compromesso con l’assetto per il weekend”.  

Vasseur: gran salto, l’anno scorso era modalità sopravvivenza

Un salto di qualità importante rispetto alla SF-23. La monoposto 2024, infatti, agevola il lavoro di preparazione al simulatore e quello di sviluppo. 

L’anno scorso il problema principale era il fatto che l’auto fosse molto difficile da guidare”, spiega Vasseur. “Si commettevano errori, danneggiavi le gomme e tutto questo creava un circolo vizioso”.

La SF-24 ha facilitato anche il compito di Leclerc e Sainz, sia in termini di facilità di guida che di gestione gomme. 

“Adesso per i piloti è più facile capire quale sia il limite della macchina e rimanere un pelo al di sotto. Anche gestire le gomme è più semplice. I piloti ora sono più in controllo, mentre un anno fa erano in modalità sopravvivenza e consumavano le gomme più in fretta”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter