Formula 1

F1 | Lawson il “papabile” sostituto di De Vries in AlphaTauri

Si moltiplicano le voci su un appiedamento di De Vries

Nyck de Vries potrebbe essere sostituito prima della fine della stagione 2023 di Formula 1. Il boss del team AlphaTauri, Franz Tost, sostiene che il suo pilota “decida” il proprio destino con le sue prestazioni.

lawson de vries alpha tauri sostituzione
(c) Formula 2

Sebbene non sia chiaro quanto tempo abbia De Vries per invertire la rotta della sua stagione e assicurarsi il posto, secondo The Race il candidato più probabile a sostituirlo è Liam Lawson. La sostituzione potrebbe essere fatta nel corso della stagione, se la Red Bull continuerà a non essere soddisfatta di De Vries.

Al Red Bull Ring, venerdì scorso, Tost ha rifiutato di escludere che De Vries possa essere lasciato libero prima della fine dell’anno.

Alla domanda se a De Vries sarebbe stato dato l’intero anno o se avrebbe potuto essere sostituito durante la stagione, Tost ha risposto: “È Nyck che decide. Non la squadra. Se Nyck fa una buona prestazione, perché dovremmo cambiarlo?”.

Il debutto a sorpresa

Dopo il debutto a sorpresa con la Williams nel Gran Premio d’Italia dello scorso anno, De Vries è stato chiamato a sostituire Alex Albon il sabato mattina.

Quella prestazione ha impressionato il consigliere della Red Bull Helmut Marko, che ha preferito De Vries – campione di Formula 2 e Formula E – al pilota uscente della Haas Mick Schumacher e a qualsiasi altro giovane della Red Bull.

Anche se De Vries ha iniziato la sua stagione da esordiente in F1 a 28 anni, con esperienza e successi in una vasta gamma di categorie, Tost ha detto che avrà bisogno di tempo per adattarsi al fianco di Tsunoda, che è al terzo anno con il team.

Tuttavia, De Vries ha faticato più di quanto alcuni alla Red Bull avessero previsto. Non è ancora riuscito a segnare un punto e, sebbene ciò sia in gran parte dovuto alla mancanza di competitività di AlphaTauri, finora è stato surclassato da Tsunoda.

Questo ha già portato a una crescente pressione e, prima del Gran Premio d’Austria, Marko ha persino ammesso che un altro membro di spicco dell’organizzazione F1 della Red Bull, Christian Horner, sta avendo ragione nel dubitare che De Vries sia stato la scelta giusta.

Liam Lawson va forte

Allo stesso tempo, il giovane della Red Bull Lawson è in lizza per il titolo nella Super Formula giapponese, dopo aver vinto gare in Formula 2 la scorsa stagione, mentre il plurivincitore di gran premi Daniel Ricciardo è tornato a far parte della Red Bull in questa stagione come terzo pilota.

Tra le opzioni disponibili, Lawson è considerato il favorito per sostituire De Vries nel caso in cui la Red Bull decida di agire nella stagione in corso, o anche se la scelta dovesse avvenire nel 2024.

Lawson è uno dei piloti junior che è stato un po’ trascurato, proprio per la scelta di De Vries. Il pilota australiano è stato estremamente impressionante nel suo primo anno nel massimo campionato giapponese.

Si dice anche che abbia impressionato sia la Red Bull Racing che l’AlphaTauri durante le prove del venerdì e i test dello scorso anno.

Tost ci sta pensando

Parlando delle credenziali di Lawson in F1 in generale, non specificamente per sostituire De Vries nella stagione, Tost ha detto: “Liam ha fatto un buon lavoro quando ha guidato per noi l’anno scorso ad Abu Dhabi. E attualmente sta facendo un buon lavoro anche in Giappone, perché lì il campionato è piuttosto duro. È una questione di prestazioni, ma questo lo vedremo, al momento non è stato deciso nulla”.

Il commento di Tost ha fatto seguito alla domanda se la riserva della Red Bull Daniel Ricciardo sia un vero candidato per il 2024, in quello che sarebbe un ritorno choc al junior team per cui ha corso l’ultima volta nel 2013.

Quella di Ricciardo sarebbe una mossa estremamente vantaggiosa dal punto di vista commerciale. Il pilota australiano è stato però scottato da un difficile periodo di due anni con la McLaren e la Red Bull non è del tutto convinta che sia lo stesso pilota che è passato dalla Red Bull Racing alla Renault nel 2019. Sembra così essere il secondo in coda dietro a Lawson e davanti ad altri junior della Red Bull.

Tost ha dichiarato che piloti di Formula 2 come Ayumu Iwasa e Isack Hadjar si stanno dimostrando promettenti. Se i giovanissimi non dovessero essere pronti, un altro profilo di pilota che sfugge alla consueta priorità del team per i giovani talenti, come Ricciardo, potrebbe essere considerato una scelta più appropriata.

“Naturalmente, la filosofia è quella di far crescere i giovani piloti. Stanno arrivando alcuni buoni giovani piloti – Iwasa sta facendo un buon lavoro, Hadjar sta facendo un buon lavoro. Ma è semplicemente un po’ troppo presto per loro. Li vedo prima o poi nella nostra squadra. Ma se fossero pronti troppo tardi, forse troveremo un’altra soluzione”.

De Vries, ultima chiamata

Il ritorno a una serie di gare europee significa che De Vries ha almeno una serie di piste familiari da utilizzare per cercare di salvare il suo posto.

Il back-to-back Red Bull Ring/Silverstone è seguito da una settimana di pausa e poi dal doppio appuntamento Hungaroring/Spa prima della pausa estiva.

“In Formula 1 ogni pilota è sotto pressione e vedremo cosa farà Nyck qui e come si comporterà a Silverstone, perché conosce queste piste”, ha detto Tost.
Non dimentichiamo che oggi i piloti esordienti si trovano in una situazione davvero difficile. Se si guarda alla prima parte della stagione, non conoscono la maggior parte dei tracciati. Non hanno mai corso a Melbourne, non hanno mai corso in Arabia Saudita o a Miami. A Baku, forse. Ma a Baku c’era la gara sprint. Questo significa che i fine settimana stanno volando via. E per i piloti esordienti è davvero molto, molto difficile.
Ora, almeno, vengono in circuiti che conoscono. Questo aiuta di più. Io dico sempre che un pilota ha bisogno di almeno tre anni per capire questo aspetto. E ora lo vedremo. Sono ancora convinto che Nyck possa fare un buon lavoro. Il resto, lo dimostreranno i risultati”.

La gara di casa di De Vries, il Gran Premio d’Olanda a Zandvoort, è la prima dopo la pausa estiva, ma si pensa che De Vries potrebbe non arrivare sino a quella corsa se le sue prestazioni non miglioreranno.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter