Formula 1

F1 | Lo strano caso di Tsunoda e la multa ricevuta in Canada

Yuki Tsunoda ha ricevuta una bizzarra quanto strana multa in Canada su decisione dei commissari di gara.

Yuki Tsunoda ha ricevuto una multa per un bizzarro quanto strano episodio accaduto prima del Gran Premio del Canada.

Il pilota VCARB è stato convocato dai commissari di gara per discutere con lui di una “presunta violazione” che sarebbe avvenuta prima ancora dell’inizio.

Honda Tsunoda Aston Martin
© Copyright: Charniaux / XPB Images

La FIA ha multato Tsunoda perché è arrivato in ritardo durante l’inno nazionale del Canada. L’organo sostiene che si tratti di una presunta violazione dell’articolo 19.4 b) del regolamento sportivo, in base al quale: “Tutti i piloti devono partecipare a una parata o presentazione di trenta (30) minuti (incluse, ma non limitate a, foto di gruppo, attività sui social media, interazione con celebrità o coinvolgimento dei fan a bordo pista) a partire da due (2) ore e dieci (10) minuti prima dell’inizio previsto del giro di formazione.”

All’interno di tale clausola, il regolamento prevede che: “In ogni caso, non meno di quattordici (14) minuti prima dell’inizio previsto del giro di formazione, tutti i piloti devono essere presenti in prima fila per l’esecuzione dell’inno nazionale”.

Di conseguenza, gli steward hanno inflitto a Tsunoda una multa di 10.000 euro per non essere arrivato in orario per l’inno del Canada. “Gli steward hanno esaminato le prove video e hanno stabilito che il pilota era effettivamente in ritardo per l’inno. Il team ha dichiarato di non aver informato adeguatamente il pilota sui tempi e quindi di aver causato il ritardo, ma è anche responsabilità del pilota arrivare in tempo.”

Tsunoda, comunque, “una volta resosi conto del suo errore, ha compiuto ogni ragionevole sforzo per assistere all’inno nazionale il prima possibile.”

Per i commissari di gara, assistere all’inno nazionale è un elemento importante delle procedure pre-gara e un segno di rispetto per il paese ospitante dell’evento. Gli steward notano che i precedenti implicano una sanzione meno severa (rimprovero), ma ritengono che sia appropriato aumentare la sanzione fino a una multa.”

Crediti immagine di copertina: Red Bull Content Pool

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.