Formula 1Interviste F1

F1 | Mercedes, malumori e disaccordo tra Toto Wolff e Hamilton?

In casa Mercedes continuano a emergere problemi: Toto Wolff e Lewis Hamilton hanno evidenziato un grande disaccordo per le prestazioni della W15

Toto Wolff e Lewis Hamilton sembrano essere in grande disaccordo sul potenziale dell’ultima vettura targata Mercedes, la W15. I problemi per le Frecce d’Argento sono ormai sotto gli occhi di tutti e in molti hanno notato una certa disconnessione tra le dichiarazioni del sette volte campione del mondo e il team principal austriaco.

Pare, infatti, che Hamilton abbia già condannato il potenziale della W15 che, al contrario, Toto Wolff sta continuando a definire potenzialmente competitiva. Il giornalista Ted Kravitz è stato uno di quelli che ha notato questo disaccordo tra i due.

mercedes toto wolff hamilton
Hamilton con Leclerc, suo prossimo compagno di squadra – Crediti: Getty Images

Toto Wolff crede ancora che questa macchina in qualche modo arriverà lì davanti, ma chiaramente non credo che Lewis Hamilton ci creda così tanto” sostiene Kravitz. Il campione inglese, infatti, ha riconosciuto alcuni lati negativi che rendono la W15 poco gestibile soprattutto nel posteriore. I problemi, tra l’altro, sembrerebbero essere gli stessi che hanno caratterizzato anche la W14 e la W13.


Leggi anche: F1 | GP Giappone, Ricciardo non correrà nelle FP1 a Suzuka


Le prestazioni negative, dunque, possono essere il risultato di questa mancanza di risoluzione di un limite che ha portato la squadra di Brackley ad avere due stagioni al di sotto delle aspettative. Tuttavia, Toto Wolff non sembra essere d’accordo con il sette volte campione del mondo.

La W15 può essere ancora migliorata e diventare competitiva” continua a sostenere il team principal. Hamilton, dal canto suo, è già completamente disilluso e crede fermamente che nessuna macchina sia in grado di poter battere la Red Bull nella corsa al titolo mondiale.

Non solo: Hamilton è perfettamente consapevole che non avrà il suo addio glorioso alla scuderia che l’ha reso grande. “Per me ora è completamente un’illusione pensare di poterci avvicinare alla Red Bull nel breve termine. Certo, possiamo migliorare qualcosa, ma la vedo molto complicata” dichiara il sette volte campione del mondo, promesso sposo della Ferrari.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter