Formula 1

F1 | Mercedes – Wolff getta la spugna: “Non c’è speranza di raggiungere Red Bull”

Con Russell sesto lontano da Red Bull e Hamilton addirittura fuori in Q2, il TP Mercedes Wolff non nasconde la delusione in Australia.

Mercedes ha approcciato al weekend del GP d’Australia consapevole che la W15 avrebbe sofferto all’Albert Park. Il distacco rimediato dal team di Wolff, con Russell a otto decimi dalla Red Bull di Verstappen, è però forse più di quanto ci si potesse aspettare. 

Con Hamilton addirittura fuori in Q2, la gara per il team tedesco si preannuncia in salita, probabilmente più di Jeddah. Proprio il sette volte campione del mondo durante le libere ha fatto da “cavia” sperimentando diversi assetti estremi ma senza successo.

Australia Mercedes Wolff
Toto Wolff sconsolato dalle prestazioni della Mercedes W15 nel confronto con Red Bull in Australia.

La W15, per la verità, sta mostrando un difetto comune alle precedenti monoposto della stella nell’era “effetto suolo”.

La nostra vettura è nel complesso difficile da guidare“, ha spiegato Toto Wolff. “La finestra di utilizzo è veramente ristretta ed è semplice uscire“.

Quanto alle motivazioni dietro alle difficoltà, l’austriaco ritiene che “è l’interazione tra aerodinamica, meccanica e gomme a mancare“. “Non è mai una singola componente. Piuttosto come lavorano assieme“.

Wolff: “Non c’è speranza di raggiungere Red Bull”

Una situazione complessa per un team che, dopo aver appreso dell’addio di Hamilton, si trova ora alle prese con una vettura lontana dalle aspettative di rinascita che l’hanno accompagnata durante la presentazione.

Non c’è speranza di raggiungere Red Bull. Quantomeno non nel breve termine“, ha aggiunto Wolff. “Ma non per questo bisogna mollare. Anzi bisogna tenere la testa bassa e affrontare il momento di difficoltà. Sono ancora convinto che questa vettura abbia del potenziale“.


Leggi anche: F1 | Ferrari – Sainz secondo nonostante il dolore: il team radio dopo le Qualifiche in Australia


La macchina è imprevedibile“, ha aggiunto Hamilton. “Questa mattina, senza vento, andava bene. Una volta aumentato il vento abbiamo perso la stabilità“.

In Qualifica non ho più ritrovato il feeling. Una sensazione strana, dato che la macchina era più leggera e nelle stesse condizioni nelle FP3 andavo bene“.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter