Formula 1Interviste F1

F1 | “Non è come ai tempi di McLaren!”, Daniel Ricciardo risponde ai detrattori

Daniel Ricciardo difende le sue prestazioni, dopo un inizio di stagione 2024 di F1 difficile, assicurando non si tratti di una situazione come McLaren.

Non è come ai tempi di McLaren, assicura Daniel Ricciardo, dopo un inizio di stagione F1 non esaltante. Il pilota australiano soffre nel confronto con Yuki Tsunoda, ancora lontano dalla zona punti. Le sue prestazioni non rispecchiano la preparazione e l’impegno profuso durante l’inverno. Per Racing Bulls si tratta di un primo impatto deludente, dopo il clamore della vigilia Mondiale.

F1 Daniel Ricciardo McLaren Racing Bulls
Daniel Ricciardo durante il GP dell’Australia – Red Bull Content Pool

Le prime gare della nuova stagione portano già a qualche riflessione. In casa Ferrari si respira un’aria positiva, data dalla consapevolezza di essere quantomeno seconda forza in pista. Più indietro nella griglia, Mercedes si interroga sulle nuove soluzioni sperimentate durante l’inverno, che non danno i propri frutti. Ma se c’è qualcuno che ha deluso del tutto le aspettative della vigilia, questo è Daniel Ricciardo.

Tredicesimo in Bahrain, sedicesimo in Arabia Saudita e dodicesimo a Melbourne, Ricciardo non riesce a tenere il ritmo del compagno di scuderia. Un tonfo particolarmente rumoroso, se si pensa che, soltanto durante i test invernali, si dava ancora quasi per scontata una sua candidatura ad un sedile in Red Bull. Soltanto un mese dopo il rischio è che possa persino perdere il sedile Racing Bulls.

So che c’è pressione, ma viene da me stesso più che dall’esterno – spiega l’australiano a Motorsport – Non si tratta di una ‘situazione McLaren’, devo continuare a lavorare con i miei ingegneri, senza dar peso alle parole degli altri. Avrei voluto ottenere risultati migliori, non sono felice. Ma è importante restare concentrati e non lasciarsi confondere“.


Leggi anche: F1 | Ferrari, Leclerc: “Io preoccupato da Sainz? La gente dimentica in fretta…”


Ho avuto un ottimo inverno, mi sono allenato duramente, mi sento bene. Tutto, nella mia testa, mi diceva che la stagione sarebbe iniziata alla grande. Non è ancora successo, ma so che non devo cambiare nulla. Qualunque cosa mi stia mancando al momento, prima o poi arriverà. In Australia ho avuto un buon passo gara, d’altronde, nonostante il risultato mi abbia deluso“.

Daniel Ricciardo ha anche confessato che, nel corso delle prime tre gare, gli ingegneri hanno cambiato diverse componenti della sua vettura. L’obiettivo era capire se la mancanza di prestazione derivasse da “fattori fuori dal nostro controllo”. Altri aggiornamenti alla monoposto sono previsti per la Cina.

Foto Copertina: Red Bull Content Pool

Seguici in Live Streaming su Twitch

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter