Formula 1News Formula 1

F1 | Nuova vita all’Hungaroring, completata la prima fase dei lavori – VIDEO

I circuiti vecchio stampo della Formula 1 stanno affrontando una fase delicata della loro vita. Per cercare di rimanere in calendario anche l’Hungaroring ha effettuato molti lavori, di cui è stata completata la prima fase.

Nella seconda metà di luglio, il campionato di formula 1 tornerà in Ungheria per uno degli appuntamenti storici della massima serie automobilistica. Il tracciato ungherese è stato soprannominato molte volte come una Monaco senza barriere, ma è anche tanto altro. Nonostante la sua storia, anche l’Hungaroring ha portato a termine la prima fase dei lavori per cercare di mantenere un posto in calendario.

prima fase lavori Hungaroring
Vista dall’alto dei lavori completati all’Hungaroring – @Hungaroring

Dal 19 al 21 luglio il mondo della Formula 1 arriverà in Ungheria per il penultimo appuntamento precedente alla pausa estiva. Per ospitare al meglio gli addetti ai lavori e i numerosi ospiti che parteciperanno all’evento, gli organizzatori hanno aggiornato pesantemente diverse strutture del paddock e non solo. Negli ultimi 5 mesi, l’Hungaroring è stato occupato da soli mezzi pesanti e dagli operai che hanno lavorato a ritmo serrato per consentire lo svolgimento del GP in programma il 21 luglio. Il programma dei lavori, come confermato dagli organizzatori, è solo all’inizio, infatti, verrà completato come da previsione entro il 2026.

prima fase lavori Hungaroring

Secondo quanto riferito dagli organizzatori, il cronoprogramma dei lavori originale prevede diverse fasi, di cui la prima è stata completata pochi giorni fa. La fase 1 comprende il completamento dei muri di contenimento del paddock, fondamentale per ampliarlo e posizionarlo su di un unico livello rispetto ai due del 2023. Inoltre, per facilitare la prosecuzione dei lavori, sono stati realizzati due tunnel pedonali al di sotto del rettilineo principale. Per cercare di rispettare le strette scadenze, i lavori sono andati avanti molto spesso 24 ore su 24, con 400-500 operai sul luogo, con un massimo di 1500 persone impegnate in questo grande progetto.


Leggi anche: L’assurdo confronto tra i sorpassi della F1 a Monaco e il record in Indy 500


Tantissimi i mezzi impiegati per la realizzazione del nuovo paddock, tra cui quattro a torre e cinque di quelle mobili. Queste hanno permesso la messa in opera di una estesa linea di tubature e tonnellate di acciaio per la costruzione di elementi in cemento armato. Oltre alle gru, hanno impiegato moltissimi escavatori per movimentare la terra necessaria ad ampliare la superficie di appoggio del paddock. Quest’ultimo adesso ha una superficie di oltre 8.000 metri quadrati, ampliato anche grazie alla demolizione di diversi edifici preesistenti.

prima fase lavori Hungaroring
Il nuovo paddock del tracciato ungherese – @Hungaroring

È stato incredibile vedere il ritmo dei lavori e quanto l’Hungaroring sia cambiato di settimana in settimana”, ha dichiarato Zsolt Gyulay, Presidente e CEO di Hungaroring Sport Zrt. “Chi arriverà al Gran Premio d’Ungheria vedrà che il processo di riqualificazione che durerà fino al 2026 è iniziato e ha portato cambiamenti spettacolari. Le esigenze della nuova era sono cambiate, come il mondo del business intorno alla F1. Oggi le gare di Formula 1 sono considerate un festival di quattro giorni, e i circuiti devono adattarsi per soddisfare queste esigenze”.

prima fase lavori Hungaroring

“Sono contento che abbiamo fatto il primo passo: il paddock più piccolo del Campionato del Mondo è stato allargato. Inoltre, abbiamo realizzato i due tunnel e riasfaltato il rettilineo d’arrivo. Inoltre, anche l’area dietro la tribuna ha visto un cambiamento spettacolare. Nell’area non ci sono edifici abbandonati o cantieri, il che è molto importante per consentire una copertura televisiva pulita. I funzionari della FOM ci hanno visitato di recente e, stando ai loro commenti, sono rimasti soddisfatti di ciò che hanno visto”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter