A TCFormula 1

F1 | Red Bull: aggiornamenti in Giappone per rispondere a Ferrari

Red Bull cerca il pronto riscatto dopo la debacle di Melbourne: importanti aggiornamenti in Giappone per rispondere a Ferrari.

Red Bull parte verso il Giappone con il ruolo di favorita d’obbligo. Ma la doppietta Ferrari in Australia ha fatto male dalle parti di Milton Keynes, dove si è deciso di spingere sul fronte aggiornamenti.

Quella di Suzuka sarà, così, una RB20 rivista. In particolare, come riporta Formu1a uno, in casa Red Bull puntano ad introdurre una nuova specifica del fondo.

Red Bull aggiornamenti
Un dettaglio del fondo Red Bull: questa componente sarà parte degli aggiornamenti per il Giappone.

L’obbiettivo è quello di generare maggior carico aerodinamico, circostanza fondamentale in un circuito tecnico come quello del Sol Levante.

Al nuovo fondo dovrebbero essere accompagnati altri “upgrade” minori, con un pacchetto che punta a riportare il duo Verstappen – Perez davanti.

Lo stesso olandese, interpellato sulle novità che verranno introdotte in vettura, non ha rilasciato ulteriori dettagli. 

Quello che posso dirvi è che la livrea sarà la stessa. Vedrete!“, ha scherzato Max.

Red Bull a pance zero?

Da escludersi, invece, l’introduzione di una specifica “a pance zero” delle fiancate. Come vi avevamo preannunciato, al netto di un raffreddamento decisamente compatto, non vedremo, infatti, una “replica” delle pance della Mercedes W13 sulla RB20.

Troppe le differenze rispetto alla monoposto dello scorso anno di Brackley, con lo stesso Marko che ha confermato: “abbiamo una soluzione simile, ma non così estrema“.


Leggi anche: F1 | Aggiornamenti Ferrari: antipasto in Giappone della rivoluzione di Imola


A spaventare Red Bull, oltre ad una Ferrari molto competitiva a Melbourne, è la McLaren. La vettura inglese lo scorso anno ha ben figurato a Suzuka, esaltandosi nel mix di curve veloci.

La MCL38 ha confermato le buone caratteristiche della vettura precedente, dimostrandosi competitiva nel rapido T2 di Melbourne.

Pare, inoltre, che anche dalle parti di Woking, come a Maranello, si stia lavorando per introdurre degli aggiornamenti già in Giappone.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter