Formula 1

F1 | Red Bull – Horner guarda a domani e teme un “fattore chiave” per il GP di Suzuka

La Red Bull si è assicurata la prima fila per domani, ma Horner teme un fattore chiave che potrebbe condizionare il GP di Suzuka.

Il tracciato di Suzuka ha fatto emergere le ottime doti di velocità della RB20. La prima fila per la partenza di domani è riservata alle monoposto di Max Verstappen e Sergio Perez, allontanando i diretti inseguitori. Nonostante la prestazione perfetta di entrambi gli alfieri nelle prove di qualificazione, rimangono ancora dubbi sulla gara di domani. Perplessità che ha espresso anche Horner, dove un “fattore chiave” potrebbe creare seri problemi alla Red Bull nello svolgimento del GP di Suzuka.

Horner Suzuka Red Bull
Horner è apparso preoccupato per il GP nonostante le due RB20 occupino la prima fila – @Red Bull Content Pool

Christian Horner si è detto preoccupato per la gara di domani, specialmente di un “fattore chiave”, il quale potrebbe segnare in negativo la corsa delle Red Bull. Le preoccupazioni non emergono dalla differenza prestazionale del passo gara, dove tutte le squadre potrebbero essersi nascoste. Infatti, lo stesso Helmut Marko non si è risparmiato sul giudicare il ritmo degli avversari, in special modo su quello della Ferrari. Nonostante questo attacco agli avversari, gli uomini Red Bull sanno di non essere riusciti a perfezionare l’assetto in vista della gara.

Le FP2, le più indicative per la simulazione gara, sono state condizionate fortemente dalla pioggia che ha lasciato i piloti al box. Anche nelle FP3, le due RB20 non sono sembrate in grande forma, mostrando un po’ il fianco agli avversari, tra cui Aston Martin, McLaren e Ferrari.


Leggi anche: F1 | “Grazie a Dio Leclerc parte dietro”, il commento di Helmut Marko sulle Ferrari in Giappone


Tuttavia, ci sono molti indizi che parlano di un potenziale più elevato, visto che nel giro di rientro dalla simulazione Max Verstappen ha migliorato di oltre 3 decimi il passaggio nel primo settore. A preoccupare gli uomini della Red Bull, in particolare Horner, non è solo il passo gara, ma le temperature che vedremo domani sul circuito di Suzuka.

Infatti, rispetto alle passate stagioni, l’appuntamento nella terra del Sol Levante è stato anticipato alla primavera, invece del classico periodo di inizio autunno. Questo ha portato ad una sensibile diminuzione delle temperature, le quali potrebbero innescare un problema sugli pneumatici.

Penso che abbiamo capito i problemi, ma abbiamo visto che il ritmo di gara è più vario [in vista del GP], e in queste condizioni più fredde, il comportamento degli pneumatici sarà un fattore impegnativo“, ha detto a Viaplay.

“Sono sicuro che sarà una gara interessante e sono contento di partire in prima fila”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter