Formula 1

F1 | Sainz: “Non proprio un venerdì ideale, ma sono a mio agio”

Al termine dell’attività Carlos Sainz ha parlato di quello che è stato il venerdì di Suzuka per la Ferrari a Suzuka.

Il venerdì della Ferrari ha mostrato una SF-24 capace di impensierire la Red Bull nel passo gara con entrambi i piloti. I livelli di carburante non sono noti ma lasciano a molte considerazioni sulle potenzialità della SF-24 in terra nipponica. Una situazione totalmente ribaltata se a confronto con le prestazioni di soli 6 mesi fa, dove la SF-23 si era presa otto decimi da Verstappen in qualifica. Il venerdì andato in scena oggi mette in luce una grande Ferrari, con Sainz che si è espresso su questo venerdì di attività a Suzuka.

Sainz Venerdì Suzuka Ferrari
Un buon venerdì per entrambe le Ferrari che puntano in alto questo weekend – @Scuderia Ferrari Via X

Il tracciato nipponico potrebbe segnare un punto di svolta per la Ferrari, soprattutto in ottica campionato. L’insieme di curve veloci, rettilinei e frenate mette a dura prova quella che è la meccanica e l’aerodinamica della monoposto. Un vero banco di prova per evidenziare le debolezze e confermare i punti forti delle vetture. 

Le due sessioni del venerdì hanno dimostrato che la Ferrari del 2023 è un lontano ricordo. Infatti, la SF-24 ha messo in campo una grande prestazione nel primo settore, fino allo scorso anno terra di conquista della Red Bull. Il più veloce della giornata in casa Ferrari è stato Carlos Sainz, che ha fatto registrare il terzo tempo nelle FP1, unica sessione asciutta.


Leggi anche: F1 | LIVE GP Giappone – Risultati Prove Libere 2: le FP2 sorridono a… Sargeant


Le FP2, segnate da una fastidiosa pioggerellina, hanno impedito a Carlos Sainz e al resto dei piloti di girare come previsto e portare a termine il programma.

Non è stato un venerdì ideale, perché abbiamo perso tutta la seconda sessione a causa dei cambiamenti meteorologici. Questa mattina mi sono sentito abbastanza a mio agio con la macchina durante le prime prove libere, ma non vedevo l’ora che arrivasse la sessione pomeridiana per continuare a lavorare sulla messa a punto”.

“La pista era troppo bagnata per le gomme da asciutto, ma anche troppo asciutta per le intermedie. Non aveva senso correre e abbiamo deciso di rimanere nel garage. In ogni caso, siamo tutti nella stessa situazione e abbiamo ancora domani mattina per finire di mettere a punto la macchina per le qualifiche”.

Crediti copertina: Scuderia Ferrari Media Centre

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter